Home / NEWS / Zelensky accusa l’azienda italiana Danieli: “Collabora alle armi della Russia”. La replica: “Non produciamo materiale bellico”

Zelensky accusa l’azienda italiana Danieli: “Collabora alle armi della Russia”. La replica: “Non produciamo materiale bellico”

Boicottate la Russia, chiede l’Ucraina da mesi. E questa volta il ministero della Difesa ucraino lo ribadisce all’Italia, più precisamente all’azienda italiana Danieli, leader a livello mondiale nella produzione di impianti siderurgici. Secondo la Difesa ucraina, che denuncia il «tradimento» su Twitter, la multinazionale italiana starebbe ancora collaborando con le industrie russe, fornendo loro la strumentazione necessaria per produrre sottomarini nucleari e corazzature per i carriarmati. Un rapporto commerciale che indirettamente si traduce in un sostegno alla produzione militare russa, «andando contro ogni considerazione legale e morale», dice il tweet.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic QUI

La replica di Danieli

«Le attività del Gruppo Danieli non contemplano in alcuno modo la produzione diretta di materiale bellico e i contratti stipulati non prevedono mai il coinvolgimento nelle scelte di produzione dei clienti». In risposta alle accuse ucraine, il gruppo ha diramato una nota in cui definisce quelle notizie «false e non vere». Nel testo si legge che le attività di Danieli «ha messo in atto tutte le misure necessarie a conformare le proprie attività ai provvedimenti adottati dall’Italia e dall’Unione Europea», in seguito alla guerra. «Tali misure – si legge ancora – sono state applicate senza indugio a persone, entità e società oggetto delle sanzioni. La Società è impegnata sul fronte dell’emergenza umanitaria e sta fornendo un aiuto concreto alla popolazione coinvolta nella Guerra in Ucraina. I dipendenti impiegati nell’ufficio tecnico del Gruppo Danieli a Dnipro, chiuso attualmente, sono stati portati al sicuro, assieme alle rispettive famiglie, e la società ha organizzato trasporto e accoglienza per circa cento persone presso il Campus Danieli in Friuli Venezia Giulia».

Check Also

“Gli Usa vogliono scatenare la guerra” Blocco di Kaliningrad, l’ambasciatore italiano lancia la sacrosanta accusa: “Il Pentagono dietro la folle decisione della Lituania”

“Siamo a un passo dall’entrare in guerra”. Goffredo Buccini, giornalista del Corriere della Sera, lancia l’allarme …

4 commenti

  1. Ma possibile che nessuno abbia il coraggio di rispondere per le rime a questi cialtroni ucraini?

  2. Zelensky e’ un falso, viscido attore, scritturato dalle finanziarie/multinazionali occidentali per fare i LORO interessi
    probabilmente Danieli da fastidio alle LORO multinazionali
    Comunque
    nella Storia, non si e’ MAI vista una “vittima” bisognosa d’aiuto, comportarsi in maniera cosi’ arrogante, dare ordini, compilare liste di proscrizione, assassinare i suoi compatrioti dissenzienti…
    Zelensky e’ una PECORA CARNIVORA (con ville milionarie in Italia)

  3. Quando gli italiani capiranno? Credo mai.

  4. Ma possibile che con tutta l’organizzazione non si sia riusciti a sopprimere questo animale da comico a dittatore???? Morto lui tutto torna alla normalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.