Home / NEWS / Dopo aver messo in galera il leader dell’opposizione, il democratico Zelensky ha messo al bando il partito più votato in Ucraina e si è premurato di spazzolarne l’intero patrimonio

Dopo aver messo in galera il leader dell’opposizione, il democratico Zelensky ha messo al bando il partito più votato in Ucraina e si è premurato di spazzolarne l’intero patrimonio

Il ministero della Giustizia del paese ha annunciato la mossa tramite Facebook, rivelando che la piattaforma di opposizione — For Life era stata chiusa e che i suoi beni, denaro e proprietà erano stati trasferiti allo stato.

Il partito aveva precedentemente sospeso le sue operazioni a marzo dopo essere stato accusato di essere complice della Russia e di essere “anti-ucraino”.

Il divieto significa che la principale opposizione politica di Zelensky è stata eliminata. L’OPPL è stato il secondo partito più grande del paese e la sua popolarità ha superato quella del partito Servant of the People di Zelensky l’anno scorso.

Il suo leader Viktor Medvedchuk, che afferma di stare semplicemente attento agli interessi del popolo ucraino cercando migliori relazioni con la Russia, è stato posto agli arresti domiciliari il mese scorso.

L’annuncio affermava che il partito era sospettato di agire per “minare la sovranità” dell’Ucraina, con le autorità che hanno già bandito altri 10 partiti politici di opposizione per lo stesso motivo.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic QUI

Il mese scorso, il presidente Zelensky ha firmato un disegno di legge che ha dato il via libera a bandire qualsiasi parte che abbia contestato la politica del governo sull’invasione russa, autorizzando i tribunali a sequestrare beni senza diritto di appello.

Mentre i partiti di opposizione vengono cancellati, anche gli ucraini che si impegnano nel dissenso vengono arrestati e arrestati da uomini armati del Servizio di sicurezza ucraino.

Come abbiamo  evidenziato in precedenza, l’Ucraina sta anche tentando di estradare e imprigionare cittadini che vivono in altri paesi europei se criticano Zelensky.

Nel frattempo, il presidente Zelensky è ancora acclamato dai media occidentali come un valoroso difensore della democrazia in contrasto con i brutali dittatori autocratici che controllano la Russia.

Check Also

“Gli Usa vogliono scatenare la guerra” Blocco di Kaliningrad, l’ambasciatore italiano lancia la sacrosanta accusa: “Il Pentagono dietro la folle decisione della Lituania”

“Siamo a un passo dall’entrare in guerra”. Goffredo Buccini, giornalista del Corriere della Sera, lancia l’allarme …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.