Home / NEWS / Di Maio come Mario Merola! Comunicato strappalacrime per lamentarsi degli attacchi dei suoi: tutto pronto per levarsi di torno e mendicare a sinistra una candidatura anche per la prossima legislatura

Di Maio come Mario Merola! Comunicato strappalacrime per lamentarsi degli attacchi dei suoi: tutto pronto per levarsi di torno e mendicare a sinistra una candidatura anche per la prossima legislatura

Di Maio verso l’addio ma non fonderà un partito personale.

Espulsione o no, Di Maio non si riconosce più nella deriva anti-governista. Ormai è impossibile che nel 2023 corra con il Movimento.

Il presidente della Camera, Roberto Fico scende in campo accanto a Giuseppe Conte descrivendo un movimento ‘deluso e arrabbiato’ con Di Maio. Dura la replica del ministro attraverso il suo portavoce. Di Maio si è detto ‘stupito’ degli attacchi subiti.

L’ATTACCO DI FICO
“Siamo arrabbiati e delusi. Non riesco a comprendere che il ministro degli esteri Di Maio attacchi su delle posizioni rispetto alla Nato e all’Europa che nel Movimento non ci sono e non se ne dibatteva prima”. Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico, commentando a Napoli le frizioni all’Interno del M5S. “Non capisco – ha detto ancora Fico – perché nel Movimento ci sono questi attacchi su Ue e Nato in questo momento. Subiamo una cosa che secondo me è mistificatrice, non aderente alla realtà del M5S rimasto sempre legato a Ue e Nato”. “Non c’è nessun Conte-Di Maio, state sbagliando prospettiva”, ha detto in un altro passaggio. “L’unica cosa che c’è è, al massimo, Movimento-Di Maio – ha aggiunto – perché attaccare il M5s su posizioni che non sono in discussione dispiace a tutta la comunità del Movimento. È questo il punto”. “Di Maio sarà espulso? Di questo non voglio parlare. Il mio punto di vista è solo chiedermi perché si deve attaccare il Movimento e metterlo in fibrillazione in un momento in cui queste cose nel M5S non sono in discussione”.”Quello che Luigi fa nella costruzione di altro io non ho idea, perché non ne ho contezza. Poi se si sta costruendo qualcos’altro lo vedremo solo vivendo”. “A me quello che interessa – ha aggiunto – è lavorare in modo tranquillo e costruttivo nel Movimento 5 Stelle e oggi ci sono tanti gruppi di lavoro, c’è un consiglio nazionale, abbiamo i comitati, gli organi funzionanti, stiamo completando l’operatività totale dello statuto che oggi è al 100% operativo perché il Tribunale di Napoli ha rigettato la causa degli ex M5S”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic QUI

BOTTA E RISPOSTA
“Stupiti e stanchi per gli attacchi che diversi esponenti M5S, titolari anche di importanti cariche istituzionali, oggi hanno rivolto al ministro Di Maio, impegnato in questo momento a rappresentare l’Italia all’importante tavolo europeo del Consiglio Affari Esteri a Lussemburgo, dove si sta discutendo della guerra in Ucraina. Il ministro Di Maio non replicherà a nessuno degli attacchi che sta ricevendo in queste ore. C’è un limite a tutto, ciononostante non si può indebolire il governo italiano davanti al mondo che ci osserva, in una fase così delicata”. Lo scrive in una nota il portavoce del ministro Giuseppe Marici.

Check Also

“Gli Usa vogliono scatenare la guerra” Blocco di Kaliningrad, l’ambasciatore italiano lancia la sacrosanta accusa: “Il Pentagono dietro la folle decisione della Lituania”

“Siamo a un passo dall’entrare in guerra”. Goffredo Buccini, giornalista del Corriere della Sera, lancia l’allarme …

Un commento

  1. C’ha l’espressione che dice tutto…
    Breuccubato????
    e io pago le tasse per vedere ‘sti soggetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.