Home / BENESSERE / Nuovo allarme alimentare: dolci, pesce e cornflakes. Tutti ritirati dagli scaffali dei nostri supermercati

Nuovo allarme alimentare: dolci, pesce e cornflakes. Tutti ritirati dagli scaffali dei nostri supermercati

Sono stati giorni movimentati al ministero della Salute in merito ai prodotti alimentari da ritirare dal mercato. Un primo richiamo ha avuto come oggetto incriminato una torta al cioccolato preconfezionata e distribuita in diversi supermercati della penisola. Il potenziale rischio microbiologico evidenziato dall’organo statale è ancor più grave in questo caso se si guarda ai possibili fruitori di un prodotto di questo genere: i bambini. Il marchio  è Elite) e la segnalazione riguarda la possibile presenza di salmonella, batterio molto pericoloso per l’uomo, in particolare per i soggetti fragili, che agisce a livello gastrointestinale provocando vomito, diarrea, dolore addominale e leggera febbre. Per tale ragione i lotti KLP 1284 e KLP 1282 sono stati ritirati e i cittadini che li hanno acquistati sono tenuti a riportarli nel punto vendita per una sostituzione dell’articolo.

Dal dolce si passa al pesce, in ordine inverso rispetto ad un normale pasto. Un altro richiamo pubblicato sul sito Salute.gov riguarda diversi lotti dello Stoccafisso reidratato (o “bagnato” nell’esatta denominazione di vendita) di Antonio Verrini. Il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è IT /4J7E CE, mentre il nome del produttore è Antonio Verrini srl, con sede dello stabilimento in via Borzoli a Genova. Sette i lotti bersagliati dal ministero per il rischio chimico dovuto alla presenza di additivi non autorizzati: D1705221190, D1805221190, D1905221190, D2005221190, D2105221190, D2205221190, D2305222290. Non solo: anche molti lotti delle vongole veraci nostrane del marchio Niedditas sono stati ritirati dal mercato a causa di un possibile rischio chimico, la presenza di biotossine algali D.S.P (acido akaidico). Nella totalità dei casi il prodotto è venduto nella confezione da 1 kg. Anche in queste due circostanze la raccomandazione del ministero della Salute è di non consumare l’alimento se già presente in casa.

L’ultimo prodotto (in ordine temporale) richiamato è rappresentato dai Cornflakes di mais da agricoltura biologica Crownfield. La potenziale presenza di Aflatossine ha indotto il portale Salute.gov ad annunciare il rischio chimico. I lotti incriminati pesano 375 grammi e scadono 29.05.2023, 30.05.2023 e 04.06.2023, sono stati prodotti in Germania da Nordgetreide GmbH Co. KG e vengono distribuiti alla Lidl.

Check Also

Gravi problemi cardiaci per chi ha tra i 16 e i 39 anni: effetti avversi nel mirino dei ricercatori. Persino l’Ansa ha rotto il muro di omertà

Arrivano altri allarmanti dati sui vaccini da Israele. Nel Paese che secondo i nostri governi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.