Home / NEWS / Michele Santoro, la sfuriata con Myrta Merlino: siete caduti dal letto? Ucraina, l’informazione Rai è vergognosamente asservita

Michele Santoro, la sfuriata con Myrta Merlino: siete caduti dal letto? Ucraina, l’informazione Rai è vergognosamente asservita

Da www.liberoquotidiano.it

L’informazione e la guerra in Ucraina, la parola pace scomparsa. Michele Santoro, ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira, su La7, nella puntata del 20 maggio, non usa mezzi termini: “In Rai ci sono 1700 giornalisti, quanti hanno preso posizione critica sulla guerra? Te lo dico io, quasi nessuno”.

E ancora, attacca il giornalista: “Siamo più americani o più russi? Poniamoci questa piccola domanda. Se l’informazione ufficiale, il servizio pubblico, è così omogenea e così militarizzata cosa resta per contrapporsi a questo? La rete”. Sulla rete, prosegue Santoro, “i pareri sono molto diversi, ognuno crea e si riconosce in una certa community”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic QUI

Adesso, si chiede il giornalista: “Io dovrei bombardare le community che sono contrarie al pensiero dominante? Ma che domande mi fate? Siete caduti dal letto. Ma bombardiamo l’informazione che fa la Rai”, tuona Santoro.

“Metaforicamente”, lo interrompe quindi la Merlino. “Una metafora che vale per tutti”, ribatte il giornalista. Che continua: “Cerchiamo di aprire un dialogo ma quando tu ti rivolgi al Pd e al M5s che gestiscono la Rai, perché è così, senza ipocrisie, e cerchi di aprire un ponte, loro nemmeno ti rispondono. Non rispondono a un milione di persone”.

“Ma che cosa dobbiamo fare?”, conclude Santoro: “Queste posizioni andranno all’assalto del pensiero unico. Io non dirò mai Orsini sì e Orsini no”.

Check Also

“Gli Usa vogliono scatenare la guerra” Blocco di Kaliningrad, l’ambasciatore italiano lancia la sacrosanta accusa: “Il Pentagono dietro la folle decisione della Lituania”

“Siamo a un passo dall’entrare in guerra”. Goffredo Buccini, giornalista del Corriere della Sera, lancia l’allarme …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.