Home / DIVERTIMENTO / Boldrini, che capolavoro! È riuscita a scassare le balle per una battuta sessista persino dopo essersi svegliata dalla sala operatoria

Boldrini, che capolavoro! È riuscita a scassare le balle per una battuta sessista persino dopo essersi svegliata dalla sala operatoria

Laura Boldrini e il brutto risveglio in ospedale dopo l’ospedale: “Da dietro il lenzuolo…”

“Stasera dovrò fare tutto io”. Racconto horror di Laura Boldrini sulla malattia che le ha stravolto la vita. L’ex presidente della Camera si è confidata in una lunga intervista al Corriere della Sera. Il dolore alla gamba che trascurava da un anno era una lesione tumorale al femore, un condrosarcoma. Boldrini è rimasta spiazzata: “Ho cominciato a cercare informazioni online; e a pensare a quel che poteva succedermi. Restare zoppa. Perdere la gamba. Rimanere inchiodata in un letto”.

Il ricovero e l’operazione sono avvenuti in piena pandemia e qui le memorie si fanno drammatiche: “Alessandro Gasbarrini ha tolto 25 centimetri di femore, ha inserito una protesi di titanio da 45 centimetri, che pesa un chilo in più ed è incastonata da un lato in quel che resta del femore, dall’altro nel bacino…”.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui 👇
https://t.me/capranews

Ma il risveglio è una sorpresa becera, in camera c’è un paziente uomo: “Lo sento parlare da dietro il lenzuolo che ci separa. A un certo punto inizia a vantarsi, ‘sì, è vero, sta qui accanto, è stata operata da poco e non si può muovere. Vorrà dire che questa notte dovrò fare tutto io… Ahaha’. Sono furiosa, ma come si permette di fare battute sessiste in una circostanza come questa?”.  E ora? “Ho una cicatrice di 35 centimetri che da metà coscia prosegue fino all’anca, poi piega verso destra… Camminare non è più un piacere come prima, ma con un rialzo sotto l’altra gamba, la sinistra, riesco a farlo. Quando sono tornata a Montecitorio mi hanno applaudita anche gli avversari: mi ha fatto piacere – ha ammesso Boldrini-. Voglio battermi per i malati, per chi vive uno stigma che perdura dopo la guarigione, e non riesce ad accedere al credito, a fare un mutuo, a chiedere una polizza sulla vita, ad adottare un bambino”.

Check Also

“I medici Ucraini scappati in Italia si devono vergognare” La dottoressa De Mari ancora una volta senza peli sulla lingua

La dottoressa Silvana De Mari è sospesa dall’esercizio della professione medica “per non aver ceduto al ricatto …

3 commenti

  1. Le è andarta bene, meritava e merita invece tuttora di essere bastonata a sangue dai uno dei tanti bingo bongo africano delinquente che ha contribuito a portare in Italia, gli italiani non cerebrolesi sinistroidi le posso augurare solo il peggio del peggio!!

  2. Le è andarta bene, meritava e merita invece tuttora di essere bastonata a sangue dai uno dei tanti bingo bongo africani delinquenti che ha contribuito a portare in Italia, i tantissimi italiani non cerebrolesi sinistroidi le possono augurare solo il peggio del peggio, merita solo quello!!

  3. DIO esiste allora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.