Home / NEWS / Nicola Porro smaschera Pierpaolo Sileri: “Il vaccino non basta?”. Ecco cosa ci aspetta: scenari da incubo

Nicola Porro smaschera Pierpaolo Sileri: “Il vaccino non basta?”. Ecco cosa ci aspetta: scenari da incubo

Dopo l’ospitata a Quarta RepubblicaNicola Porro diffonde su Twitter le parole di Pierpaolo Sileri. Frasi, quelle del sottosegretario al ministero della Salute, che sembrano preoccupare il conduttore di Rete 4. Non a caso nel suo cinguettio Porro scrive: “Cosa ha detto Sileri? ‘La copertura vaccinale non basta, poi…’. Sentite qui cosa ci aspetta col Green pass”. Ospite della trasmissione del giornalista nella puntata di lunedì primo novembre, Sileri ha ammesso la necessità di prorogare lo stato di emergenza. Un’ipotesi già sul tavolo del ministro della Salute, Roberto Speranza.

Credo che tre mesi siano ragionevoli. Parlo da medico e non da politico”, ha detto senza mezzi termini il senatore del Movimento 5 Stelle per poi proseguire: “Dobbiamo procedere con le terze dosi. Una volta raggiunto il 90 per cento delle persone vaccinate conteniamo l’avanzata del virus ma dobbiamo completare l’opera, cercando bene le varianti. Abbiamo già fatto tanta strada negli ultimi 6 mesi”. Oltre al vaccino contro il Covid, abbiamo quella che il chirurgo ha definito “un’arma in più rispetto al vaccino”. Quale? Il Green pass. Proprio il certificato verde – è stata la conclusione di Sileri – “fa si che l’Italia oggi abbia contagi contenuti rispetto ad altri Paesi. Questa struttura va mantenuta“. 

La data di scadenza, dunque, non dovrebbe esserci. Per suffragare la sua posizione, il sottosegretario ha ricordato i benefici del vaccino: “Riduce la mortalità, la porta quasi allo zero. Riduce anche quelli che sono i danni da Covid, perché oltre ai morti ci sono anche quelli che sono andati in terapia intensiva e adesso hanno il Long Covid, che è più probabile in coloro che sopravvivono giovani e giovanissimi”. 

loading...

Check Also

Le trame segrete di Mario Draghi: solo oggi si è saputo che ha due incontri di nascosto con le massime autorità dello stato

Agenda fitta di impegni per Mario Draghi. Nel giorno in cui la candidatura di Silvio Berlusconi sembra quasi archiviata, …

2 commenti

  1. si continua a dire che il vaccinati sopravvivono ma sui decessi mensili la distanza vaccinato si – non vaccinato no si sta appiattendo … per capirlo basta tirare le somme dai report ISS

    periodo 02/07/2021-01/08/2021 246 no – 119 si

    periodo 06/08/2021-05/09/2021 927 no – 622 si

    periodo 03/09/2021-03/10/2021 511 no – 501 si

    non ho nulla contro il vaccino ne verso chi sceglie di proteggersi a suo mezzo ma le perplessità a farlo restano molteplici …. e se mentono su una presunta totale invulnerabilità vaccinale … figuriamoci dove possono arrivare con le menzogne.

  2. oltretutto continuano a dare numeri a caso (del resto quando mai hanno mai smesso)
    ad esempio l’ultimo report ISS del post sopra (per intenderci quello edito il 27/10/2021, pag. 15 per il periodo dal 03/09 al 03/10), menziona 1.012 decessi complessivi, e come precisato 511 no vaccino e 501 si vaccino … ma se conto i decessi del mese di settembre (da 01/09 a 01/10) ne trovo ben 1,683 ?
    e invece se leggo la sola conta degli over 70, per il periodo grosso modo identico (01/09 – 29/09), ne conto 1.158 ?
    non è strano rilevare queste enormi differenze?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *