Home / NEWS / “Ma lei è gay?” Cala il gelo in studio dalla Gruber: così Di Maio le risponde

“Ma lei è gay?” Cala il gelo in studio dalla Gruber: così Di Maio le risponde

Il momento più caldo del confronto tra Lilli Gruber e Luigi Di Maio a Otto e mezzo arriva nel finale. La giornalista di La7, citando l’autobiografia del ministro degli Esteri Un amore chiamato politica, sottolinea polemicamente: “Lei scrive che per screditarla l’hanno definita anche omosessuale, e che lei non è omosessuale. Ma nel 2021 lei crede che sia un discredito essere gayExcusatio non petita?”.

Di Maio sgrana gli occhi, resta attonito per qualche secondo, senza parole. Poi scuote il capo e risponde trattenendo a stento la delusione: “Ovviamente prendo la domanda come provocatoria per risponderle. Io nel libro ho detto che non mi sono offeso ma semplicemente che era una notizia non vera e che io sono eterosessuale”. “Ma dice che hanno usato questa cosa per attaccarla”, lo rintuzza la Gruber.

“Certo, nella campagna elettorale 2018, diversi personaggi della politica e del giornalismo. Ce lo ricordiamo tutti quel passaggio, fu usato con discredito anche se secondo me non era una offesa. L’ho scritto per raccontare fin dove si spinge la politica nell’utilizzare temi che hanno una sua dignità per offendere un proprio oppositore”. “Ma lei viene a dircelo a noi?”, si inalbera la Gruber. “

Ma perché non è stato usato con discredito quel termine?”, ribatte il grillino. La Gruber si trova quasi impreparata e balbetta: “Credo che nel 2021 non si possa screditare una persona dicendo che è gay, siamo fuori dal mondo”. “Sono d’accordo con lei”. Tarallucci e vino (avvelenato). 

loading...

Check Also

Nuova variante, ci siamo! Con il primo caso si inizia a terrorizzare i boccaloni di tutta Italia

Si tratta di un cittadino campano di ritorno dall’Africa australe. De Luca: “Adottate tutte le …

Un commento

  1. Ma dai lo sa tutta Napoli che è gay!
    Questo personaggio, perché se ti mostri x ciò che non sei non sei una persona ma un personaggio, mi fa orrore
    Orrore perché nascondere di essere gay e fingere addirittura di avere fidanzate, è un insulto nei confronti di chi è omosessuale, perché significa che x lui essere omosessuale è qualcosa di cui vergognarsene o peggio è qualcosa che può fare perdere consensi elettorali.
    E poi perché se si mente a tal punto, allora vuol dire che questa persona è disposta a tutto pur di rimanere al potere. Mentire fino a tal punto significa che potrebbe mentire x qualunque cosa. Sgarbi potrà avere molti difetti, ma non è un bugiardo, lo ha detto chiaramente che c’è una lobby gay che ha potere in parlamento, e si è capito a chi si riferiva. Ma poi il fatto di mentire e pensare anche che la gente sia stupida…anche questo lo rende un personaggio inquietante! Inquietante come il fatto che lo nasconda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *