Home / NEWS / Muore all’improvviso mentre è in vacanza a Zanzibar: per i giornali è una morte misteriosa. L’unica certezza è che in questi ultimi mesi abbiamo perso il conto

Muore all’improvviso mentre è in vacanza a Zanzibar: per i giornali è una morte misteriosa. L’unica certezza è che in questi ultimi mesi abbiamo perso il conto

E’ il quadro di una tragica fatalità quello che, col passare delle ore, sembra configurarsi attorno alla morte di Valerio Ciceroni, 31enne di Passo Corese deceduto in circostanze ancora avvolte nel mistero nell’isola di Zanzibar, perla dell’arcipelago della Tanzania, in Africa, dove si trovava in vacanza da alcuni giorni in compagnia di una ragazza partita con lui. Condizionale ancora d’obbligo, dal momento che la ricostruzione dei fatti appare oltremodo complessa anche solo per la difficoltà nello stabilire comunicazioni stabili e continuative con la celebre meta turistica dell’Oceano Indiano.

Le uniche informazioni che, al momento, sembrano essere istituite di qualche fondamento, sono quelle trapelate in queste ore, e che racconterebbero di un malore avuto dal giovane ragazzo coresino, di un successivo trasferimento in ospedale, dove il 31enne sarebbe poi deceduto nella notte tra il 23 e il 24 ottobre. Per il resto nulla più. I familiari sono in continuo contatto con il personale della Farnesina, che ha avviato un canale comunicativo istituzionale con la rappresentanza diplomatica sul posto. L’ambasciata italiana che si trova nella capitale della Tanzania, Dar Es Salaam, si è messa subito in contatto con il presidio consolare situato sull’isola. Un presidio che, da quanto si è appreso, ha immediatamente prestato assistenza alla giovane italiana che era con Valerio Ciceroni in vacanza sull’isola. La sua testimonianza è la chiave per ricostruire le ultime ore della coppia prima dell’incredibile e improvviso decesso del 31enne. Al momento nulla a riguardo è dato sapere, e i canali istituzionali continuano senza sosta il lavoro diplomatico. Anche per capire se la salma del ragazzo verrà sottoposta ad un primo esame autoptico già sull’isola, cosa assai verosimile, prima di avviare le procedure burocratiche per il rimpatrio del corpo, che una volta giunto in Italia potrebbe essere sottoposto ad una nuova autopsia. Solo ipotesi, al momento, così come solo ipotetico è attualmente un probabile rientro della ragazza in Italia già nelle prossime ore.

Anche dal Comune di Fara in Sabina, dove la famiglia Ciceroni risiede da sempre, nella giornata di ieri non sono giunte novità o aggiornamenti di rilievo. Il sindaco Roberta Cuneo ha attivato ogni canale istituzionale possibile per fornire supporto alla famiglia per ogni necessità, allo scopo di superare ogni tipo di difficoltà burocratica. Nessuna conferma, al momento, nemmeno sull’istituzione di un lutto cittadino nel secondo Comune della provincia di Rieti, cosa che verrà decisa solo al momento del rimpatrio della salma del 31enne. Mentre continuano senza sosta i messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia, conosciutissima in tutta la Sabina, espresse da tutte le forze istituzionali e politiche di Fara Sabina, e da molte società sportive del territorio, dove il giovane Valerio ha militato nel corso degli anni come calciatore dilettante.

loading...

Check Also

Lo schifo in onda al Tg1: un servizio intero per prendere per i fondelli milioni di italiani senza GreenPass

Difficile dire quale fosse l’obiettivo Tg1. Il tono però appare compiaciuto: sei un no vax? Hai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *