Home / NEWS / Trieste, Lamorgese li voleva fregare! Annullato il corteo di sabato prossimo: il governo era pronto a mandare sabotatori come 10 giorni fa a Roma

Trieste, Lamorgese li voleva fregare! Annullato il corteo di sabato prossimo: il governo era pronto a mandare sabotatori come 10 giorni fa a Roma

Il coordinamento 15 ottobre ha annullato il corteo che sarebbe dovuto partire dalle ore 14 da Largo Riborgo. I rappresentanti hanno fiutato il pericolo di questa iniziativa: nei giorni scorsi si erano infatti diffuse notizie sull’arrivo di black bloc o infiltrati a Trieste che avrebbero rischiato di infangare la legittima protesta contro la tessera verde.

La protesta proseguirà in altre forme: probabilmente un presidio festante in piazza dell’Unità, simbolo di questa protesta pacifica.

I portuali di Trieste hanno detto che appoggiano la protesta contro il green pass. In una conferenza stampa tenutasi nel primo pomeriggio di oggi giovedì 21 ottobre tre portavoce dei portuali contrari al green pass hanno chiarito che, pur non aderendo al coordinamento 15 ottobre, saranno a fianco di Stefano Puzzer, il loro fratello, come amano chiamarsi tra di loro i lavoratori del porto.

Puzzer ha infatti aderito a titolo personale al più ampio coordinamento 15 ottobre che ingloba diverse sigle di associazioni e movimenti contrari alla tessera verde.

Rappresentati del coordinamento 15 ottobre, oltre a Puzzer, sono il dottor Dario Giacomini, Eva Genzo, Roberto Perga e Matteo Schiavon. I portuali, seppur non aderendo al coordinamento 15 ottobre, sono a fianco delle iniziative di questa sigla e delle richieste di cancellazione del green pass e dell’obbligo vaccinale per gli operatori sanitari.

loading...

Check Also

Nuova variante, ci siamo! Con il primo caso si inizia a terrorizzare i boccaloni di tutta Italia

Si tratta di un cittadino campano di ritorno dall’Africa australe. De Luca: “Adottate tutte le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *