Home / NEWS / “Fatti vedere da uno bravo, tu non stai bene” Marco Melandri, che goduria! Così tappa la bocca alla Lucarelli dopo le sue dichiarazioni contro il Green Pass

“Fatti vedere da uno bravo, tu non stai bene” Marco Melandri, che goduria! Così tappa la bocca alla Lucarelli dopo le sue dichiarazioni contro il Green Pass

In principio fu il corteo No Green Pass: Marco Melandri, iridato in classe 250 del motomondiale nel 2002, aveva pubblicato sui social un duro attacco al Governo sulla gestione della pandemia. Per il ravennate classe ’82: “Stiamo crescendo dei bambini razzisti perché gli stiamo insegnando che chi ha il Green Pass è buono e chi non lo ha è cattivo e emarginato”. Un intervento che, come spesso accade in questi casi, è stato attaccato da molti e applaudito da altri.

A rispondere duramente alle parole di Melandri è stata, ancora una volta attraverso i social, anche Selvaggia Lucarelli, che ha attaccato l’ex pilota in un post riassumibile con la frase: “Smetti di dire falsità, quello che scrivi può costare vite umane”. In quel caso, Marco aveva lasciato un commento pubblico sotto il post della giornalista che si concludeva con l’Articolo 1 della Costituzione Italiana.

Questo succedeva lo scorso giovedì 7 ottobre ed il tutto, fino a poco fa, sembrava essersi risolto come ogni diverbio scaturito sui social: ognuno rimane della propria idea e si va avanti a parlare d’altro. Non stavolta però, perché la Lucarelli ha recentemente pubblicato un post sulle sue storie Instagram con la conversazione privata (a senso unico per la verità) fra lei e l’ex pilota. Conversazione che la giornalista commenta così “Sono tre giorni che va avanti così, poi capite quando dico che troppi no-vax non stanno bene”.


A questo post è seguita, ancora una volta, la risposta di Marco Melandri:

loading...

Check Also

Conte e Di Maio sempre più senza vergogna: di sono presentati alla manifestazione-buffonata della CGIL

A guidare il corteo a sostegno della Cgil a Roma ci sono anche Luigi Di Maio e Giuseppe Conte. “Sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *