Home / NEWS / Cure domiciliari, nel Lazio hanno risolto il problema: tutti sospesi i medici che le praticavano con la scusa del vaccino

Cure domiciliari, nel Lazio hanno risolto il problema: tutti sospesi i medici che le praticavano con la scusa del vaccino

Covid oggi Lazio, “niente vaccino, sospeso medico Mariano Amici”

L’annuncio dell’assessore D’Amato: “Ha depositato simbolo elettorale, avrà sicuramente più tempo da dedicare a questa avventura”. Lui annuncia il ricorso

alternate text
Fotogramma

Covid nel Lazio, “il medico di medicina generale Mariano Amici, è stato sospeso, senza stipendio, dal servizio dalla competente Asl territoriale poiché, nonostante i ripetuti solleciti, non ha voluto sottoporsi alla vaccinazione” anti-Covid, “contravvenendo all’articolo 4 del Dl 44 del 2021.

Leggo che il dottor Amici ha depositato il simbolo di ‘Amici per l’Italia’, ora avrà sicuramente più tempo da dedicare a questa sua nuova avventura. Chi lavora per il Servizio sanitario e ha lo stipendio pagato dai contribuenti deve rispettare le regole. Ora attendiamo gli esiti dell’istruttoria aperta presso l’Ordine dei medici di Roma che ha titolo, in prima istanza, di giudicare deontologicamente la posizione del dottor Amici”. Lo afferma in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione sociosanitaria, della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

SORPRESO, FARO’ RICORSO” – “Sono sorpreso dall’iniziativa dell’assessore D’Amato, a mio parere un atto illegittimo e provvederò a fare ricorso”. Così all’Adnkronos Salute Amici, medico di famiglia di Ardea (Roma), diventato famoso per le sue partecipazioni a programmi tv in cui manifestava posizioni contrarie al vaccino anti-Covid, replica alla sospensione, senza stipendio, arrivata dall’assessore alla Sanità. “Io sono in regola con la normativa”, sostiene Amici che alla domanda se è immunizzato contro il Covid ribadisce “che è una questione di privacy”. E sul simbolo depositato, il medico di famiglia risponde che “‘Amici per l’Italia non è un partito”.

loading...

Check Also

Ilaria Capua ha superato tutti nel ridicolo: descrive la terza dose al pari di un orgasmo

Cosí il sito di propaganda Fanpage riporta la notizia che la sedicente esperta ha provato …

Un commento

  1. Bravo dr. AMICI, sei un eroe. Mentre tu salvavi vite umane, l’apparato pubblico sanitario e politico si affannava a proibire cio’ che è un dovere della medicina, cioè CURARE, CURARE e SEMPRE e solo CURARE. Con le loro barbare regole : la vigile attesa, niente cure precoci domiciliari, divieto di autopsie, pompaggio di O2 in dosi mostruose agli 80enni, non sono forse i soli responsabili di gran parte dei 130.000 decessi?. L’ORDINE DEI MEDICI, invece di difendere la l’etica,la deontologia e la libertà della professione dalle ingerenze del Potere Pubblico, non è invece schierato come sgherri con i nemici della professione a danno della popolazione?.Quando cambierà il Governo, ABOLIREMO gli ORDINI PROFESSIONALI !!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *