Home / NEWS / Manifestazioni No Green Pass, a decine di migliaia un parecchie città? Così i leccapiedi di regime cercano di nascondere l’evidenza

Manifestazioni No Green Pass, a decine di migliaia un parecchie città? Così i leccapiedi di regime cercano di nascondere l’evidenza

Vi riportiamo come i leccapiedi de Il Giornale raccontano le proteste civili ma ferme avvenute ieri.

Poi vi facciamo vedere una città nemmeno citata nell’articolo: Padova. Il video girato ieri parla da solo…

Milano. «Saremo milioni», annunciava l’amministratore del canale Telegram «Basta Dittatura!» in vista delle manifestazioni contro i vaccini e contro il Green pass che ieri alle 18, come ogni sabato da alcune settimane, sono tornate in diverse città. In realtà da Milano a Roma i partecipanti alle singole proteste sono stati poche centinaia.

«Ricordate: niente interviste per i leccac… dei canali di manipolazione», continua il capopopolo rivolto ai ribelli nella chat punto di riferimento dei No vax. L’amministratore «raccomanda una serie di regole nei rapporti con la stampa», invitando a non rilasciare interviste «alle testate che lavorano per il sistema». E aggiunge: «Se vedete che impostano la solita intervista-teatrino con qualche soggetto ridicolo per delegittimare tutta la piazza, invitateli vivacemente ad allontanarsi (in modo non-violento, non dategli il pretesto di fare le vittime)». A Milano i circa 5mila manifestanti hanno violato l’ordine della Questura di limitarsi a un presidio statico all’Arco della Pace e hanno sfilato da piazza Fontana al Duomo, prima in alcune centinaia, fino al punto prestabilito. Qui li aspettavano altri No pass riuniti dal primo pomeriggio. Tra loro, al presidio dell’associazione Genesi, Francesco Maria Fioretti, ex presidente di sezione della Cassazione. Poi tutti sono ripartiti, non autorizzati e scortati dalle forze dell’ordine, verso la sede Rai di corso Sempione. I partecipanti hanno anche inscenato un blocco stradale spontaneo all’altezza di via Canova. Poliziotti e carabinieri in assetto antisommossa si sono spostati a presidiare la sede Rai. Sono partiti insulti proprio verso le forze dell’ordine («Buffoni», «vergognatevi») e cronisti e cineoperatori («Giornalisti terroristi»). A Torino c’era un migliaio di persone. In piazza anche gli anarchici che a un certo punto sono passati alla testa del corteo con furgone e microfono. A Trento invece hanno sfilato per il centro, contro il Green pass e l’estensione del certificato verde ai lavoratori, circa 200 persone.

Ecco a voi Padova ieri:

loading...

Check Also

Green pass falsi? Centinaia di migliaia di persone possono esserne in possesso! Solo adesso si sono accorti che sono state rubate le “chiavi europee”

Scoperta una enorme falla nel sistema dei Green pass europei, ma soprattutto italiani: qualcuno ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *