Home / NEWS / Morti da contagio, la statistica della Gran Bretagna sancisce l’inutilità del vaccino. Il 75% dei morti era punturato
senior adult elderly woman with grey hair is receiving a vaccination against covid, concept pandemic coronavirus protection or flu

Morti da contagio, la statistica della Gran Bretagna sancisce l’inutilità del vaccino. Il 75% dei morti era punturato

Cosa ci dicono i dati sul vaccino? Una domanda alla quale continuano a cercare di rispondere virologi, analisti e politici di tutto il mondo, scontrandosi sui numeri e sulla reale efficacia dei farmaci anti-Covid soprattutto dopo l’arrivo di nuove, più aggressive varianti. Dando un’occhiata ai numeri che arrivano dall’Inghilterra, pubblicati dall’agenzia governativa Public Healt England, quello che salta all’occhio è soprattutto un dato: avere le due dosi non è sinonimo di protezione contro il patogeno. E, quindi, vincolare la quotidianità delle persone alla somministrazione, come fatto in Italia con il Green pass, non sembra strategia sensata.

Covid, il 74% dei morti era vaccinato: i numeri del Regno Unito che fanno scattare l'allarme

Gli autori dello studio sottolineano come, al 5 settembre 2021, sul territorio britannico il 64,6% della popolazione ha ricevuto almeno una delle due dosi, il 58,1% entrambe. Con numeri ovviamente molto più alti man mano che si sale verso le fasce d’età più avanzate: anche oltre la Manica, come da noi, la vaccinazione ha interessato prima gli anziani e le persone considerate “fragile” e poi via via le altre categorie. Poi, si passa all’analisi dei dati delle ultime settimane.

Concentrando l’attenzione sui decessi, il dossier segnala come tra la 32esima e la 35esima settimana dall’inizio della pandemia nel Regno Unito siano stati registrati, complessivamente, 2.381 decessi di persone venute a mancare entro 28 giorni dalla notizia della positività al Covid-19. La maggior parte di queste (1.119) avevano oltre 80 anni. Di questi morti, 600 non avevano ancora completato il regolare ciclo di vaccinazione. Gli altri 1781, invece, avevano le due dosi.

In percentuale, dunque, il 74% delle persone decedute nel corso degli ultimi 28 giorni in Inghilterra era vaccinata, il 26% no. Vero che la percentuale di cittadini con entrambe le dosi è molto alta soprattutto nelle fasce d’età avanzata, quelle più a rischio, ma restano comunque i dubbi su quanto i farmaci siano in grado di portarci da soli fuori dall’incubo Covid. Non a caso, nel Regno Unito si è deciso di tentare di tornare alla normalità senza imporre ai cittadini la vaccinazione, né con veri e propri obblighi né con ricatti come il Green pass. Esattamente il contrario di quanto, invece, sta facendo il governo Draghi.

loading...

Check Also

Conte e Di Maio sempre più senza vergogna: di sono presentati alla manifestazione-buffonata della CGIL

A guidare il corteo a sostegno della Cgil a Roma ci sono anche Luigi Di Maio e Giuseppe Conte. “Sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *