Home / NEWS / Ricordate Camilla, la prima giovane vittima del vaccino? I periti lo hanno messo nero su bianco: probabile correlazione con il vaccino

Ricordate Camilla, la prima giovane vittima del vaccino? I periti lo hanno messo nero su bianco: probabile correlazione con il vaccino

di Gianluigi Paragone

Piano piano la verità emergerà. E mentre dai banchi del governo e sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani si continua a urlare contro chi ricerca la verità, tacciandolo di essere no-vax o antiscientifico, ecco che la magistratura arriva a far luce sulle possibili (e sempre più probabili) correlazioni tra i vaccini e le morti per trombosi. Nello specifico, ci sarebbe infatti una probabile correlazione tra AstraZeneca e le morti per trombosi del seno cavernoso con piastrinopenia. Lo scrivono i periti dei pm genovesi nella prima bozza depositata in procura sulle morti avvenute a Genova dopo la somministrazione del siero anglosvedese. (Continua a leggere dopo la foto)

Come riporta l’Ansa, “a fine mese verranno consegnate le relazioni definitive ma giovedì i magistrati del pool Sanità (Arianna Ciavattini, Francesca Rombolà e Stefano Puppo) si riuniranno con i colleghi di Eurojust e delle altre procure italiane ed europee che indagano sulle morti sospette. I consulenti, il medico legale Luca Tajana e Franco Piovella, hanno parlato nelle relazioni di Vitt, la sindrome associata ai vaccini che porta trombosi immunitaria indotta da vaccino”. (Continua a leggere dopo la foto)

Una sindrome che assomiglia patogenicamente alla trombocitopenia indotta da eparina. Ulteriori approfondimenti saranno necessari per chiarire tutti gli altri aspetti di quanto accaduto. A Genova sono stati due i casi che hanno suscitato maggiore clamore: quello di Francesca Tuscano, la docente di 32 anni morta ad aprile, e quello di Camilla Canepa, la studentessa di 18 anni stroncata da una trombosi a giugno. (Continua a leggere dopo la foto)

In questo ultimo caso ci potrebbero essere però anche delle responsabilità mediche per i ritardi nella gestione della paziente. Si attendono ora nuovi sviluppi e i risultati di altre indagini. La verità deve emergere, perché deve essere fatta giustizia.

loading...

Check Also

Stato d’emergenza, il “cavillo” per non farlo terminare mai: così lo prolungheranno a piacimento scavalcando la legge

tratto da Libero Lockdown duro, mascherine, guanti, chiusure, riaperture e poi di nuovo chiusure con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *