Home / NEWS / Comunali a Bologna? Meloni non può fare il comizio in piazza: così la feccia rossa cerca di impedirle un diritto sacrosanto

Comunali a Bologna? Meloni non può fare il comizio in piazza: così la feccia rossa cerca di impedirle un diritto sacrosanto

C’è già la data, il 26 settembre prossimo, ma manca ancora la piazza. Ad una settimana esatta dal voto amministrativo del 3 e 4 ottobre, la leader di Fratelli d’Italia è attesa a Bologna per un ultimo appello agli elettori con un grande comizio. Peccato che non si trovi una piazza libera, per lo meno tra quelle più centrali e capienti. E ora Fdi punta il dito contro il Comune, accusato di intralciare l’iniziativa.

“Per ogni piazza hanno una scusa per impedire a Meloni di fare un comizio in un luogo adeguato. Un atteggiamento vergognoso e irrispettoso”, tuona il responsabile organizzativo nazionale Giovanni Donzelli, oggi a Bologna per presentare le liste Fdi per Palazzo d’Accursio e i quartieri. “La situazione è surreale – dice Donzelli – il Pd sta svolgendo la sua festa da giorni in città senza che ovviamente nessuno abbia avuto niente da ridire, ed è giusto così. Giorgia Meloni verrà qualche ora in città e il comune sta cercando di negarci una piazza dignitosa. Ancora non ci hanno fatto sapere quale può essere la piazza adatta ad un comizio del genere. Hanno paura, li comprendiamo ma questa non è democrazia”.

Non ci sono solo le piazze già “occupate” da altri partiti. Molte delle piazze principali della città sono impegnate per eventi di altro tipo. In piazza Maggiore ad esempio c’è il Festival Francescano, in Santo Stefano una iniziativa dei sindacati. Risultano impegnate anche Piazza XX settembre e i Giardini Margherita mentre piazza Galvani, classica soluzione del centrodestra sotto le due torri, è considerata troppo piccola per l’attuale appeal di Fdi.

“La verità – allarga le braccia il capogruppo Fdi in regione Marco Lisei – è che rimane solo piazza Verdi, ma io non voglio andare in piazza Verdi a creare un problema di ordine pubblico”. Tra l’altro “sembrerebbe una provocazione”. Ma Fdi non gradisce nemmeno le location prospettate fuori dal centro, tra cui piazza Lambrakis, piazza dei Colori e piazza Unità.
“Non ha senso relegare il comizio di Giorgia Meloni in una piazza secondaria e in periferia o non centrale – afferma ancora Donzelli -. Vogliamo avere uno spazio adeguato al comizio del primo partito d’italia. Capiamo che abbiano paura che Giorgia Meloni incontri i bolognesi, ma non si fa così”.

loading...

Check Also

Conte e Di Maio sempre più senza vergogna: di sono presentati alla manifestazione-buffonata della CGIL

A guidare il corteo a sostegno della Cgil a Roma ci sono anche Luigi Di Maio e Giuseppe Conte. “Sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *