Home / NEWS / Bassetti, ci risiamo: su lamenta che non lo lasciano dormire. Non gli perdonano giustamente di aver detto tempo fa “con le buone o con le cattive”

Bassetti, ci risiamo: su lamenta che non lo lasciano dormire. Non gli perdonano giustamente di aver detto tempo fa “con le buone o con le cattive”

Anche stanotte ho ricevuto telefonate da persone che io chiamo stalker. Stamattina ho ricevuto un messaggio in cui c’è scritto: ‘Ti verremo a prendere’. Il tenore è sempre lo stesso, mi chiamano delinquente e ladro“. Così Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico di Genova ai microfoni di iNews24.it, commentando le minacce e i messaggi che sta continuando a ricevere da no vax e no green pass.

“Il procuratore capo facente funzioni Francesco Pinto di Genova ha dimostrato di essere assolutamente dalla parte della tutela della giustizia – sottolinea -. Speriamo che la magistratura faccia presto il suo corso e che queste persone possano essere denunciate e processate rapidamente, con pene commisurate ai reati commessi. La Procura ha in mano tutti gli elementi necessari”.

Per quanto riguarda la situazione covid in Italia, “il picco dei contagi è stato toccato circa due settimane fa. Ieri non c’è stato un aumento significativo delle terapie intensive e stiamo attraversando una fase di stabilizzazione. Nel mio reparto da lunedì potremmo anche tornare Covid-free, dopo un periodo abbastanza pesante. L’onda estiva si sta esaurendo e il numero dei decessi è contenuto. Certo, il massimo sarebbe tendere allo zero. Se i numeri restassero questi, e non sarà così, arriveremmo intorno ai 7-12mila morti all’anno. Sono troppi, ma non sono più i 1.000 al giorno di qualche mese fa”.

“Tutto questo – prosegue – è segno che i vaccini ci hanno permesso di ottenere l’auspicata rete di protezione. Adesso è il momento di capire cosa accadrà tra venti giorni”.

Quanto alla variante Mu, “Chi ha fatto gli studi classici la chiama Mi e viene dal Sud America – dice -. Al momento sappiamo che potrebbe resistere ai vaccini. Ma abbiamo detto la stessa cosa anche quando è arrivata la variante Delta, quindi non mi allarmerei. Vedremo sul campo cosa accadrà. Fino ad oggi i vaccini hanno funzionato su tutte le varianti. La prevalenza della Mi nel mondo, ad oggi è allo 0,1%, dobbiamo monitorarla e fare attenzione. Ma c’è un dato: questa variante si è sviluppata in Colombia e in Equador, dove sono stati fatti pochi vaccini”.

Sul fronte scuola, “togliere le mascherine in classe, una prima fase non sarebbe prudente, ma dobbiamo arrivarci.” . “Con sempre più vaccinati nelle scuole e sui luoghi di lavoro, andiamo verso questo obiettivo – sottolinea -. Tra qualche mese potremo toglierle anche in aula, anche perché sarebbe ipocrita pensare che i ragazzi indossino la mascherina ininterrottamente per sei ore, soprattutto dal momento che all’aperto non è obbligatoria. Gli studenti che entrano in classe, un’ora prima sono stati insieme fuori. Potremo arrivare addirittura al punto che indossarle non sarà più obbligatorio per legge, ma una scelta di protezione. I cinesi le usano da trent’anni e non sono obbligati”.

loading...

Check Also

Conte e Di Maio sempre più senza vergogna: di sono presentati alla manifestazione-buffonata della CGIL

A guidare il corteo a sostegno della Cgil a Roma ci sono anche Luigi Di Maio e Giuseppe Conte. “Sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *