Home / NEWS / La vendetta del popolo “no Green Pass” contro i ristoratori che hanno obbedito al regime: ripagati con la peggior moneta

La vendetta del popolo “no Green Pass” contro i ristoratori che hanno obbedito al regime: ripagati con la peggior moneta

Arriva la vendetta dei no Green Pass. In che modo chi non vuole sottoporsi al vaccino decide di agire contro ristoranti, bar e dei musei che richiedono la certificazione per accedere? Hanno deciso di organizzarsi al grido “discriminazione” e “misure inaccettabili“: queste le parole dei no-vax che  utilizzano come canale per far sentire la loro voce Tripadvisor, il sito di recensioni e prenotazioni che offre anche un forum per gli utenti per commentare e valutare i servizi offerti delle strutture presenti sul motore di ricerca. Esprimono il loro voto negativo esclusivamente perché gli esercenti richiedono il Green Pass. Il Messaggero poi riporta che gli utenti si ritrovano in gruppi Telegram dedicati: “basta dittatura” ,“ io apro” o “no Green Pass” dove è possibile trovare una mappa dei locali hotel e anche musei o luoghi culturali dove viene richiesta la certificazione e quindi iniziano i commenti negativi su Tripadvisor delle strutture e contemporaneamente vengono elogiati tutti gli esercenti che non richiedono la certificazione o che sono contrari alla mascherina.

Questo comporta un grave danno per i ristoranti poiché recensioni negative hanno un valore economico per l’attività: sono il biglietto di presentazione del locale e così, diversi sono passati da ottime valutazioni a quattro stelle fino a due o tre e la maggior parte dei commenti negativi arrivano da no-vax che  non hanno mai messo piede nella struttura o mangiato un solo piatto

Check Also

“Gli Usa vogliono scatenare la guerra” Blocco di Kaliningrad, l’ambasciatore italiano lancia la sacrosanta accusa: “Il Pentagono dietro la folle decisione della Lituania”

“Siamo a un passo dall’entrare in guerra”. Goffredo Buccini, giornalista del Corriere della Sera, lancia l’allarme …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.