Home / NEWS / Omicidio De Donno, la procura apre un inchiesta: vogliono vederci chiaro. Si teme che il suicidio sia stato indotto

Omicidio De Donno, la procura apre un inchiesta: vogliono vederci chiaro. Si teme che il suicidio sia stato indotto

La procura di Mantova ha aperto un’inchiesta: ora si vuole capire se possano esserci responsabilità di terzi per il gesto estremo

di Luca Sablone per Il Giornale

Sulla morte di Giuseppe De Donno restano ancora diversi aspetti da accertare. Incognite che vanno sciolte per poter spiegare con certezza l’estremo gesto compiuto dal dottore, il cui corpo privo di vita è stato trovato dai familiari nella sua abitazione di Curtatone (alle porte di Mantova) nel pomeriggio di martedì scorso. Agli occhi degli inquirenti, secondo quanto trapela da fonti investigative, restano ancora poco chiare le motivazioni che possono aver spinto l’ex primario di Pneumologia dell’ospedale Carlo Poma a un tale atto. Proprio per far luce su tutto questo la procura di Mantova ha aperto formalmente un’inchiesta sul suicidio del medico.

Come trapelato nelle ultime ore, l’intenzione dei giudici sarebbe quella di capire se De Donno sia stato o meno indotto: si sta infatti lavorando per sapere se nel suicidio possano esserci responsabilità di terzi. L’ex primario, si legge su l’Ansa, si sarebbe suicidato impiccandosi. Nel frattempo i carabinieri e il magistrato hanno già sentito i familiari, la moglie e i due figli; inoltre sono stati posti sotto sequestro i cellulari e il computer del medico. Ma le circostanze del gesto non sono state ancora chiarite a distanza di poche ore dalla tragedia.

loading...

Check Also

Piero Fassino rinviato a giudizio: a suo carico pesantissime accuse inerenti il periodo nel quale fu Sindaco di Torino

GIUSEPPE LEGATO per www.lastampa.it Per il giudice Ersilia Palmieri Fassino non aveva (con dolo) partecipato all’escamotage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *