Home / NEWS / Le cure domiciliari funzionano! Anche Meloni oggi in piazza insieme ai veri medici che hanno curato e salvato migliaia di contagiati

Le cure domiciliari funzionano! Anche Meloni oggi in piazza insieme ai veri medici che hanno curato e salvato migliaia di contagiati

di Giorgia Meloni da Facebook

Io non sono un medico, ma molte delle persone che ho incontrato questa mattina alla manifestazione davanti al Ministero della Salute lo sono.

Loro hanno dimostrato sul campo che si può, con una terapia domiciliare fatta bene, impedire che le persone arrivino in terapia intensiva in ospedale. Non riesco a capire, a questo punto, quale ragione ci sia da parte di Speranza e del Ministero per non ascoltarli.

Mi sembra ci sia solo un blocco ideologico perché non si vuole parlare delle cure domiciliari.
Un Ministro ha il dovere, di fronte ad un movimento composto da migliaia di medici, di coinvolgerli e di approfondire.

Decine di migliaia di persone in questo anno sono guarite dal Covid. Un esercito spesso più silenzioso che si muove, naturalmente, sullo stesso campo di battaglia in cui ogni giorno si scontrano (paradossalmente in un paese che non ha imposto l’obbligo del vaccino e in cui la libertà di scelta soprattutto in un’ambito sperimentale, dovrebbe essere rispettata), le fazioni pro o contro vaccino. Un campo dove esistono persone asintomatiche guarite dal covid rimanendo a casa, così come migliaia, decine di migliaia, di altre nei confronti delle quali altrettante migliaia di medici, in ogni regione, hanno applicato, nei primi giorni della malattia (quindi in modo precoce, senza aspettare), protocolli di cura elaborati sulla base farmaci già a disposizione, in un protocollo condiviso e che sarebbe risultato molto più efficaci rispetto quello che fu (ed in molti casi continua ad essere), la formula tachipirina e vigile attesa. Sicuramente nell’evitare l’ospedalizzazione dei pazienti. Che è di fatto ciò che la vaccinazione sta ottenendo. Ma il fronte delle cure domiciliari ed e quello della vaccinazione, che dovevano essere paralleli, in realtà non hanno avuto, nei fatti, il medesimo riconoscimento e appoggio fattuale dal fronte istituzionale nonostante gli evidenti risultati. Ed è per rivendicare l’importanza di questi risultati che il medici e i sanitari da mesi attivi nel gruppo #terapiadomiliare C-19 saranno insieme ai tanti pazienti guariti domani 27 luglio ore 12.30 davanti al Ministero della Salute, per consegnare le sottoscrizioni della petizione sulla revisione dei protocolli di cura domiciliare.

loading...

Check Also

Piero Fassino rinviato a giudizio: a suo carico pesantissime accuse inerenti il periodo nel quale fu Sindaco di Torino

GIUSEPPE LEGATO per www.lastampa.it Per il giudice Ersilia Palmieri Fassino non aveva (con dolo) partecipato all’escamotage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *