Home / NEWS / Così gli sgherri della Lamorgese provano a intimidire chi manifesta in piazza: convocato in Questura come fosse un terrorista

Così gli sgherri della Lamorgese provano a intimidire chi manifesta in piazza: convocato in Questura come fosse un terrorista

Ecco come provano gli sgherri al servizio della Lamorgese ad intimidire chi osa scendere in piazza per protestare contro il Green Pass.

Oggi il giornalista, scrittore ed editore Leonardo Facco è stato convocato dalla Questura di Bergamo dopo essere stato identificato in piazza sabato scorso.

Vi regaliamo il suo esilarante resoconto. Che sia da esempio per tutti:

Rientrato ora. Ebbene, l’ora e mezza di chiacchierata di quest’oggi, la si può riassumere così:
1-Alla Questura non piacciono le manifestazioni non autorizzate. Secondo loro il pericolo, sensato peraltro, è che qualche infiltrato possa rovinare tutto e fare ricadere colpe che non esistono sui manifestanti;
2-Essendo il sottoscritto persona nota, pensavano che io fossi uno degli organizzatori. Ho ribadito loro che tutto è nato spontaneamente e le persone che sono scese per strada si sono comportate in maniera ineccepibile;
3-Mi hanno rifilato l’ennesima sanzione amministrativa da 400 euro (assembramento senza museruola, ndr)


4-Durante il lungo confronto, in cui mi rinfacciavano la solita narrazione, ho sciorinato numeri, dati, fatti, testimonianze che demoliscono la tragica farsa pandemica, argomenti di cui sapevano praticamente nulla. Spero di aver loro instillato qualche dubbio.
Alla domanda finale: secondo lei, quando finirà tutto questo? ho risposto così: Quando quelli che voi difendete la smetteranno di raccontare balle e sobillare l’odio verso chi vuole semplicemente essere libero di scegliere.
TANTO VI DOVEVO. W LA LIBERTAD, CARAJO!!!

loading...

Check Also

Piero Fassino rinviato a giudizio: a suo carico pesantissime accuse inerenti il periodo nel quale fu Sindaco di Torino

GIUSEPPE LEGATO per www.lastampa.it Per il giudice Ersilia Palmieri Fassino non aveva (con dolo) partecipato all’escamotage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *