Home / NEWS / “Mi hanno sfasciata” Tre mesi fa le diedero sei dosi a tempo per errore: oggi è ancora a pezzi

“Mi hanno sfasciata” Tre mesi fa le diedero sei dosi a tempo per errore: oggi è ancora a pezzi

Lo scorso 9 maggio le hanno iniettato per sbaglio sei dosi di vaccino Pfizer contro il Coronavirus. Oggi Virginia Grilli, 23 anni, non sta bene e, colmo dei colmi, non può neanche ricevere il Green pass perché di fatto il suo è un caso unico al mondo e le autorità sanitarie non sanno se sia effettivamente immune al virus o meno.

“Non sto bene – spiega la ragazza al Corriere della Sera -. La mia vita è cambiata radicalmente mi sembra di vivere nel mondo dei quanti dove regna l’indeterminazione. Sto attraversando un periodo di malessere fisico e psicologico, ho fatto molti day hospital. Mi devo sottoporre a continui controlli neurologici, cardiaci, immunologici e psicologici. Potrei avere un’alterazione del sistema immunitario. Sono dimagrita, nessuno sa dirmi quando tornerò a star bene. Mi avevano detto che l’overdose di vaccino avrebbe annullato il vaccino stesso e dunque non avrei avuto gli anticorpi. E invece sono arrivati due mesi e mezzo dopo l’iniezione. Ho valori che superano di 60 volte la soglia della normale vaccinazione con due dosi”. Anche per questo, niente green pass: “Se non lo avrò farò causa a Regione Toscana e Ministero della Salute. Senza la certificazione a settembre non posso frequentare l’università, fare gli esami in presenza e neppure partecipare al tirocinio curriculare che ho dovuto interrompere ed è obbligatorio per la laurea magistrale”.

Si dice assolutamente pro-vax, invita i coetanei a vaccinarsi e rispettare ogni misura di sicurezza, dalla mascherina al distanziamento. Ha deciso di non denunciare penalmente né l’infermiera (“Era terrorizzata”) né il medico protagonisti dell’errore (“Lui non si è fatto sentire, lo ha fatto suo padre”, che è il direttore sanitario dell’ospedale Noa di Massa dov’è accaduto il fattaccio.

loading...

Check Also

Piero Fassino rinviato a giudizio: a suo carico pesantissime accuse inerenti il periodo nel quale fu Sindaco di Torino

GIUSEPPE LEGATO per www.lastampa.it Per il giudice Ersilia Palmieri Fassino non aveva (con dolo) partecipato all’escamotage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *