Home / NEWS / Olanda, mille contagi in un colpo al concerto: poi scopri a chi era riservato l’ingresso ed hai l’ennesima conferma di chi siano gli “untori”

Olanda, mille contagi in un colpo al concerto: poi scopri a chi era riservato l’ingresso ed hai l’ennesima conferma di chi siano gli “untori”

traduzione automatica da DutchNews.nl

È noto che circa 1.000 visitatori di un festival a Utrecht tenutosi nel primo fine settimana di luglio hanno contratto il coronavirus. In totale, 20.000 persone hanno partecipato al festival all’aperto di Verknipt e le infezioni sono state diffuse in entrambi i giorni, secondo i dati del consiglio sanitario locale. Il festival era un evento di “test per l’ingresso”, il che significa che i visitatori erano ammessi se potevano mostrare un codice QR che mostrava che erano stati vaccinati, avevano un test di coronavirus negativo o avevano recentemente avuto la malattia. È la prima volta che così tante infezioni sono state ricondotte a un singolo evento e probabilmente nei prossimi giorni verranno identificati più casi, ha affermato un portavoce del consiglio sanitario. La sindaca di Utrecht Sharon Dijksma, che ha partecipato lei stessa all’evento, aveva descritto la presenza di così tante persone senza maschere e distanziamento sociale come “speciale e un po’ tesa” sui social media.

Circa il 37% dei test positivi della scorsa settimana con un’origine nota dell’infezione è stato fatto risalire al settore dell’ospitalità. Le cifre sono state anche dominate dagli under 30, il gruppo con meno probabilità di essere completamente vaccinato, ma con maggiori probabilità di essere fuori città. “Molte persone hanno trascorso molto tempo insieme in un piccolo spazio”, ha detto all’emittente NOS il professore di epidemiologia di Leiden Olaf Dekkers. “E questo è il modo per diffondere il virus”. Irresponsabile Più della metà degli olandesi pensa che il governo sia stato irresponsabile quando ha deciso di eliminare la maggior parte delle misure sul coronavirus il 26 giugno e il 41% afferma che regole più severe dovrebbero essere ripristinate, secondo I&O Research. Il numero di casi è aumentato del 500% da allora e il governo ha già chiuso i club e inasprito le regole per l’ammissione a caffè e bar. Un mese fa, quando il tasso di infezione stava diminuendo rapidamente, il 66% ha sostenuto l’allentamento delle regole. La ricerca mostra anche che l’85% della popolazione ha intenzione di vaccinarsi, in linea con le attuali previsioni dell’istituto di sanità pubblica RIVM.

Check Also

“Gli Usa vogliono scatenare la guerra” Blocco di Kaliningrad, l’ambasciatore italiano lancia la sacrosanta accusa: “Il Pentagono dietro la folle decisione della Lituania”

“Siamo a un passo dall’entrare in guerra”. Goffredo Buccini, giornalista del Corriere della Sera, lancia l’allarme …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.