Home / NEWS / Lago di Garda, motoscafo killer: in galera la persona sbagliata? Lo scoop del Tg1 fa pensare abbia ‘coperto’ l’amico miliardario

Lago di Garda, motoscafo killer: in galera la persona sbagliata? Lo scoop del Tg1 fa pensare abbia ‘coperto’ l’amico miliardario

Immagini drammatiche, quelle mostrate dal Tg1 delle 20. Si torna al lago di Garda, alla notte in cui sono morti Greta Nedrotti ed Umberto Garzarella, travolti e uccisi dal motoscafo guidato da due turisti tedeschi, ubriachi fradici. Le immagini esclusive mostrate dal tg della rete ammiraglia Rai mostrano come i tedeschi attraversavano quel lago, ad una velocità folle, quattro volte superiori al consentito. Un filmato che risale a quel maledetto 19 giugno e trovato dall’inviato Giacinto Pinto. Nelle immagini si vede il prima e il dopo dello scontro tra il motoscafo dei tedeschi e il gozzo dei nostri connazionali. E il Tg1 parla di “giallo del Garda”. Perché? Perché alla guida del motoscafo sembra non esserci Patrik Kassen, il tedesco che abbiamo visto barcollare una volta arrivare al molo, per poi cadere in acqua. Alla guida infatti sembra esserci l’altro tedesco, un manager di fama internazionale nonché vicepresidente di un colosso dell’informatica. E insomma, il sospetto è che, forse, i due hanno scelto di coprire il secondo. Le immagini, per inciso, sono state registrate da una telecamera di sorveglianza. Kassen, lo scorso 5 luglio, si era consegnato alle autorità italiane, per essere arrestato.

L’uomo, ritenuto il responsabile del duplice omicidio colposo dei due ragazzi, era stato accompagnato dalla moglie al Brennero, dove lo aspettava Guido Sola, il suo avvocato italiano, il quale lo ha poi accompagnato dai carabinieri che lo attendevano oltre confine. Una consegna che era stata convocata con le autorità italiane appena saputo che nei suoi confronti era stato spiccato un mandato di cattura europeo.   

loading...

Check Also

Green Pass, siamo alla fase due. Invece di abolirlo si studia come inserire personalizzarlo sempre più. Alla faccia di chi non credeva nel ceto utilizzo del lasciapassare

Mentre arriva il super passaporto verde, si moltiplicano controlli e sanzioni. Azienda londinese deposita un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *