Home / NEWS / Cina, ci risiamo! Nuovi focolai in più regioni: meno male che i vaccini funzionano

Cina, ci risiamo! Nuovi focolai in più regioni: meno male che i vaccini funzionano

Il Brasile, uno dei paesi più colpiti dal coronavirus al mondo, registra 95.601 nuove infezioni da covid-19, il numero più alto da marzo, e 2.507 decessi. Il bollettino indica come il Paese sudamericano abbia raggiunto quota 16.720.081 casi accertati e 467.706 decessi legati al coronavirus. I 95.601 positivi segnalati rappresentano la cifra più alta dallo scorso 25 marzo, quando ci furono 100.158 infetti, record storico dall’epidemia di SARS-CoV-2.

I numeri confermano il Paese – di circa 212 milioni di abitanti – al secondo al mondo con il maggior numero di morti, dietro agli Stati Uniti, e il terzo con il maggior numero di contagi, dopo Stati Uniti e India.
Ma il mondo è in allarme per il nuovo cluster di virus scoperto nel sud della Cina. Qui infatti sono stati segnalati altri quindici casi di COVID-19 nella provincia cinese meridionale di Guangzhou, con un rapporto che afferma che la variante del coronavirus nell’ultimo focolaio sia più trasmissibile rispetto ai precedenti cluster nel paese
L’attenzione è anche tutta sul fronte dei vaccini, con il Giappone che dona 800 milioni di dollari al programma di vaccini contro il COVID-19 sostenuto dalle Nazioni Unite, l’AstraZeneca avvia le consegne di vaccini fabbricati in Thailandia e il vaccino Sinovac che riporta quasi alla normalità una città brasiliana.
Fa discutere poi il caso dello stato della California che ha accettato di pagare più di 2 milioni di dollari di spese legali in un accordo con le chiese che hanno contestato gli ordini di chiusura della pandemia.  Gli avvocati della chiesa che hanno presentato con successo il loro ricorso alla Corte suprema degli Stati Uniti hanno affermato mercoledì che lo stato ha accettato di non imporre restrizioni ai luoghi di culto più severe di quelle per le attività commerciali.
Diverse chiese hanno contestato le restrizioni del governatore Gavin Newsom come violazioni del loro diritto al culto del Primo Emendamento. Non è un caso infatti che l’Organizzazione internazionale del lavoro afferma che la pandemia di COVID-19 ha creato una crisi del mercato del lavoro globale “senza precedenti” che influenzerà il mercato del lavoro per anni.

loading...

Check Also

Lo schifo in onda al Tg1: un servizio intero per prendere per i fondelli milioni di italiani senza GreenPass

Difficile dire quale fosse l’obiettivo Tg1. Il tono però appare compiaciuto: sei un no vax? Hai …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *