Home / Uncategorized / Funivia Stresa Mottarone, tre fermi. L’amministratore Nerini ha confessato: “Freni manomessi per evitare disservizi e blocco delle corse”

Funivia Stresa Mottarone, tre fermi. L’amministratore Nerini ha confessato: “Freni manomessi per evitare disservizi e blocco delle corse”

Dopo i primi indagati, scattano tre fermi per la strage della funivia Stresa Mottarone. Si tratta di Luigi Nerini, amministratore della società Ferrovie del Mottarone che gestisce la linea, Gabriele Tadini, direttore del servizio, ed Enrico Perocchio, capo operativo. La pista principale seguita dalla Procura di Verbania è quella dell’errore umano: la cabina della funivia sarebbe scivolata all’indietro dopo la rottura del cavo trainante a causa del mancato funzionamento dei freni d’emergenza che avrebbero dovuto ancorarla al cavo portante. Un  mancato funzionamento che sarebbe legato alla presenza di almeno uno dei due “forchettoni“, le staffe che tengono aperte le ganasce dei freni quando la cabina è vuota, per permettere i regolari test, e che dovrebbero invece venire rimossi quando la funivia entra in funzione. Una possibile “svista” che è costata la vita a 14 dei 15 passeggeri presenti sulla cabina precipitata al suolo. Gli inquirenti cercando di fare luce anche sui motivi che hanno portato alla rottura improvvisa del cavo trainante, avvenuta quando la cabina era ad appena 5 metri dall’arrivo, nel punto più alto del percorso.

L’accelerazione dell’inchiesta è sconvolgente: secondo la procuratrice, Olimpia Bossi, i tre fermati “sapevano che la cabina viaggiava senza freni. E lo sapevano dal 26 aprile”, scrive il Corriere della Sera. Non si sarebbe trattato, dunque, solo di “una fatalità”. Durante gli interrogatori, andati avanti anche di notte, gli indagati avrebbero ammesso di essere “materialmente consapevoli” che la cabina viaggiava senza freni sin dal 26 aprile, giorno della riapertura. “Il freno non è stato attivato volontariamente? Sì sì, lo hanno ammesso”, ha confermato il tenente colonnello Alberto Cicognani.

loading...

Check Also

Rischio trombosi troppo elevato! La scienziata svela i veri numeri che la propaganda ci nasconde

Omertà sui vaccini, per paura di bloccare la campagna. Ma il rischio, spiega Valeria Poli, docente di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *