Home / NEWS / Bill Gates e gli stupratori: non solo lì frequentava, ma faceva di tutto per coprirli: l’accusa durissima del Wall Street Journal

Bill Gates e gli stupratori: non solo lì frequentava, ma faceva di tutto per coprirli: l’accusa durissima del Wall Street Journal

Dopo giorni di voci, ci siamo: uno scandalo sessuale travolge anche Bill Gates. Secondo il Wall Street Journal, dunque non l’ultimo dei tabloid, il filantropo e ultra-miliardario fondatore di Microsoft si sarebbe dimesso dalla presidenza della multinazionale nel 2020 a causa di una relazione “inappropriata” con una sua dipendente. In altre parole, una relazione sessuale extra-coniugale. Un elemento che potrebbe aver inciso non poco anche sul fresco divorzio richiesto dalla moglie Melinda French, con la quale Gates ha fondato l’omonima Fondazione attivissima sia nel sostegno alle donne sia alla ricerca sul vaccino anti-Coronavirus da esportare nei Paesi del terzo mondo.

Dal giorno dell’annuncio della fine del loro matrimonio, sono emersi vari dettagli pruriginosi sulla vita dell’irreprensibile (in apparenza) genietto ex dell’informatica diventato nel corso di 4 decenni forse la personalità più decisiva e rivoluzionaria del pianeta. Dalla clausola pre-matrimoniale con cui Melinda si impegnava a concedere un weekend lungo all’anno a Bill, da passare in una villa con la sua ex fidanzata (per giocare a videogame e parlare di tecnologia, recita la versione ufficiale) fino soprattutto alle chiacchieratissime notti insieme all’amico Jeffrey Epstein, il magnate suicida in carcere e pedofilo dichiarato. In realtà, il rapporto con Melinda era già in crisi e pare che la signora French avesse pensato al divorzio già nel 2019.

Ma secondo il WSJ proprio la relazione tra Gates e una sua dipendente, un ingegnere, avvenuta peraltro alcuni anni prima, sarebbe stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, oltre che condurre Billa alle dimissioni per “opportunità”, dopo che il board di Microsoft aveva chiamato in causa lo studio legale per capire cosa rischiasse l’azienda. La portavoce di Gates Bridgitt Arnold ha spiegato che la relazione c’è stata, ma “risale a oltre 20 anni fa” e “si è conclusa amichevolmente”, e la stessa decisione di Gates di uscire dal Cda “non è correlata a quella vicenda”. 

Altra vicenda spinosa tra i coniugi, spiega invece il New York Times, è quella risalente al 2018: un’accusa di molestie sessuali contro lo storico braccio destro di Gates, il manager finanziario Michael Larson, che Bill minimizzò (qualcuni ha parlato di tentativo di insabbiamento) e che invece non convinse affatto Melinda, coinvolgendo infatti anche dipendenti della Fondazione. 

loading...

Check Also

Trieste, Lamorgese li voleva fregare! Annullato il corteo di sabato prossimo: il governo era pronto a mandare sabotatori come 10 giorni fa a Roma

Il coordinamento 15 ottobre ha annullato il corteo che sarebbe dovuto partire dalle ore 14 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *