Home / NEWS / Letta come i bambini delle elementari: è andato da Draghi a lamentarsi degli schiaffoni che prende ogni giorno da Salvini

Letta come i bambini delle elementari: è andato da Draghi a lamentarsi degli schiaffoni che prende ogni giorno da Salvini

Si è appena concluso l’incontro tra il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il segretario del Partito democratico Enrico Letta. Al centro del colloquio, riferiscono da Palazzo Chigi, i temi legati all’agenda di governo dopo la definizione del Pnrr, con particolare riguardo alle prospettive per il mondo del lavoro e al sostegno ai giovani.  Secondo quanto si apprende da fonti del Nazareno, il segretario del Pd Letta, nel faccia a faccia con il premier Draghi, ha espresso “insoddisfazione per il metodo Salvini”. I dem, infatti, chiedono, “correttezza” oltre al “rispetto nell’azione comune di sostegno all’esecutivo”. Che si sentano sovrastati dal leader della Lega? Forse il Pd non riesce a far valere le proprie istanze? Di sicuro, Letta si è fortemente lamentato di Salvini. Dopodiché lui e Draghi hanno discusso di vari argomenti. Per esempio il segretario del Pd ha espresso “soddisfazione per il Pnnr, per i tempi e i contenuti”, come rivelano ancora delle fonti del Nazareno. Nel corso dell’incontro si è pure parlato anche della cosiddetta “fase due” del governo Draghi, quella della ricostruzione del Paese. Che per i dem deve avere tre temi al centro: il lavoro, nell’immediato il turismo e i giovani. Nei prossimi giorni, infatti, il Partito democratico presenterà il “Piano vacanze italiane 2021”, con le proposte per rilanciare un settore duramente colpito dalla crisi economica dovuta al Covid-19.  “I giovani con le crisi precedenti, in particolare la grande crisi economica, sono stati quelli più sacrificati”. E ciò ha creato “disuguaglianza e gravi e disagi”. Letta ha quindi parlato anche del Piano casa per i giovani e ha sostenuto la necessità di “Piano straordinario per il sostegno psicologico dei ragazzi, dei bambini e degli adolescenti colpiti dal lockdown e dagli effetti della didattica a distanza”.

loading...

Check Also

“Volete dirci sì o no quando finirà questo infame stato d’emergenza?” Cacciari non molla: un nuovo sacrosanta attacco alla feccia di Roma che ci governa

Alessandro Rico per “La Verità” L’esplosivo intervento sul green pass, che produce una «discriminazione» da «regime …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *