Home / NEWS / Pregliasco, si alle mascherine anche in spiaggia: il virologo della mutua non conosce la decenza

Pregliasco, si alle mascherine anche in spiaggia: il virologo della mutua non conosce la decenza

Si allentano le regole anti contagio, soprattutto all’aperto, più di mezza Italia passa in zona gialla, ma la mascherina è destinata a farci compagnia ancora per molto tempo. Sicuramente per tutta l’estate e anche dopo. Ne è certo Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università di Milano, che intervendo a ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1 ha sottolineato che occorrerà indossarla pure sul bagnasciuga nei momenti di contatto “poi dipende da come sono organizzati gli spazi. E’ un bel pasticcio – aggiunge – neppure l’anno scorso ha preso piede la moda della tintarella con un bel rettangolo bianco sul viso. L’unica – ci scheraza su – è lanciare la moda dell’abbronzatura che lasci il segno della mascherina“. Sarà quindi la seconda estate distanziati e con una mascherina talvolta più ampia del costume che si indossa. Ma tant’è. D’altronde Pregliasco mette in guardia sul rischio di una possibile quarta ondata in caso di mancato rispetto delle regole. “Non si può andare avanti con il lockdown – avverte il virologo – , ma dobbiamo essere consapevoli che siamo in una fase delicata, più riusciamo a tenere bassa la diffusione del virus, più si riuscirà a fare una bella campagna vaccinale e ottenere così un risultato oggettivo in termini di sicurezza”.

“E’ un rischio ragionato sì – rincara Pregliasco – ma ci farà pagare comunque un prezzo in termini di malati, e quindi anche di ricoveri e di morti. Bisogna saperlo. E il prezzo da pagare si riduce se e quanto la campagna vaccinale corre, questo è fondamentale; e se i cittadini mantengono una grande responsabilità”. Il timore, nemmeno troppo velato, è che si ripeta quanto accaduto in Giappone, dove si parla già di una quarta ondata. “Giusto farle – ripete il virologo – , ma ci vuole attenzione nelle aperture, come ha detto anche il premier britannico Boris Johnson, resta la necessità di fare attenzione e rispettare le regole. Altrimenti la road map delle riaperture può deviare”.

La parola d’ordine che va affiancata a riaperture è quindi: “responsabilità”. Di tutti: delle istituzioni di far correre la campagna vaccinale e dei cittadini di tenere comportamenti responsabili. “L’estate ci aiuterà – avverte Pregliasco –   è chiaro, ma non dobbiamo per questo ricadere nel disastroso liberi tutti dello scorso anno. Bisognerà capire che ancora non si torna come prima, prima della pandemia, quando il Sars-Cov- 2 non esisteva. Il virus c’è, tenderà a diffondersi quanti più contatti ci sono, e con questo bisogna fare i conti e cambiare i comportamenti”. 

loading...

Check Also

Green Pass, siamo alla fase due. Invece di abolirlo si studia come inserire personalizzarlo sempre più. Alla faccia di chi non credeva nel ceto utilizzo del lasciapassare

Mentre arriva il super passaporto verde, si moltiplicano controlli e sanzioni. Azienda londinese deposita un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *