Home / NEWS / Grillo jr, anche la madre non perde occasione per tacere: così risponde alla Boschi

Grillo jr, anche la madre non perde occasione per tacere: così risponde alla Boschi

La moglie del fondatore del M5S, mentre infuriano le polemiche per le parole del marito, difende ancora il figlio a spada tratta: «C’è un video che testimonia l’innocenza dei ragazzi , dove si vede che lei è consenziente, la data della denuncia è solo un particolare». È il commento che Parvin Tadjik ha pubblicato su Facebook, sotto al video in cui l’ex ministra Maria Elena Boschi ha contrattaccato duramente quello dell’ex comico: «Caro Grillo ti devi semplicemente vergognare. Le sue parole sono piene di maschilismo. Quando dice che la ragazza ci ha messo 8 giorni a denunciare fa un torto a tutte le donne vittime di violenza e forse non sa il dolore che passa attraverso quelle donne, che spesso impiegano non giorni, ma settimane per superare magari la vergogna e l’angoscia».

La difesa di Parvin Tadjik calca proprio le parole del marito, che appunto menzionava i video seui cellulari degli accusati, acquisiti dalla procura, dai quali si evincerebbe che la ragazza sarebbe stata consenziente e contestava gli otto giorni — «troppi», secondo Grillo — trascorsi tra la presunta violenza e la denuncia da parte della ragazza.

Proprio sulla tempistica tra la violenza e la denuncia, ribattendo alla difesa da parte di Beppe Grillo, la deputata M5S Federica Daga ha reagito raccontando la propria storia: «Io ci ho messo 6 mesi per denunciare la violenza di un uomo».

In questa vicenda, sul fronte della madre di Ciro, durante le indagini è emerso un particolare importante. Parvin Tadjik risulterebbe essere stata intercettata anche dopo aver testimoniato. Lo moglie dell’ex comico, quella notte, dormiva nell’appartamento accanto a quello in cui si sarebbe consumata la violenza sessuale di gruppo. Evidentemente il suo «Non ho sentito nulla» non aveva convinto i magistrati.

loading...

Check Also

Ddl Zan segato per sempre? Fedez non solo fa i capricci: chi arriva ad attaccare

L’affossamento del ddl Zan ha irritato uno dei suoi paladini: Fedez. Il rapper, da sempre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *