Home / NEWS / Il doppio schiaffo di Ibra al ristorante: da quale parte sta il proprietario che lo ha ospitato

Il doppio schiaffo di Ibra al ristorante: da quale parte sta il proprietario che lo ha ospitato

Zlatan Ibrahimovic a pranzo ieri da ‘Tano passami l’olio’, ristorante di Milano, nell’ultimo giorno di zona rossa in Lombardia, anche se il cambio di zona in arancione non modifica le regole per i ristoranti, che possono essere aperti solo per asporto e consegne a domicilio. La notizia, riportata col corredo di alcune foto da Fanpage.it., è stata confermata al sito dallo stesso chef stellato Tano Simonato: “Ibra, Ignazio Abate (ex calciatore rossonero, ndr) con un altro amico carissimo sono venuti a trovarmi, siamo stati lì un paio d’ore e poi se ne sono andati a casa”. Stando a Fanpage.it, l’attaccante svedese sarebbe entrato attorno alle 13,30 di ieri nel locale. In una foto viene ritratto mentre sorseggia un bicchiere di vino, in un’altra seduto al tavolo con altre persone. Secondo fonti vicine al giocatore rossonero, non si sarebbe trattato di un pranzo ma di un incontro privato con un numero limitato di persone. Zlatan non avrebbe pranzato e sarebbe restato poco più di un’ora per discutere di business.

Ibra era stato scelto nei mesi scorsi come testimonial dalla Regione Lombardia nel contrasto al coronavirus: “Il virus mi ha sfidato e io ho vinto, ma tu non sei Zlatan non sfidare il virus”, era il suo slogan, rilanciato anche dal presidente della Regione Attilio Fontana. Il ristorante scelto da Ibra, invece, si era già schierato a favore delle riaperture, aderendo all’iniziativa ‘Io apro‘ lo scorso gennaio.

loading...

Check Also

Il comunista col Rolex fa le prediche in TV, poi piange perché lo beccano con la dipendente in nero

Roberto Angelini, cantautore e musicista della band che ogni venerdì accompagna la diretta tv del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *