Home / NEWS / “Non rinviamo nulla” Harry e Megan, lo sfregio spietato al Principe Filippo

“Non rinviamo nulla” Harry e Megan, lo sfregio spietato al Principe Filippo

Le condizioni di salute già gravissime del principe Filippo non avevano “piegato” Meghan Markle e il principe Harry. La coppia, nonostante la battaglia per la vita del consorte della Regina Elisabetta non hanno fermato la messa in onda della pesantissima intervista ad Oprah Winfrey per la Cbs. La famiglia reale aveva chiesto loro di rinviare la trasmissione, proprio in considerazione delle condizioni di salute del nonno. Ma da subito, una fonte vicina al duca e alla duchessa di Sussex aveva confermato che tutto sarebbe andato avanti come previsto: “Al momento non credo ci sia alcuna intenzione di rinviare la messa in onda“.

E è stato. L’intervista di Meghan e Harry con le accuse gravissime alla famiglia reale è stata trasmessa sulla Cbs mentre il marito 99enne della Regina era ricoverato da oltre due settimane in ospedale per un’infezione e un problema cardiaco pre-esistente e dopo un intervento al cuore presso il St. Bartholomew. Certo, gli era stato risparmiato di vedere l’amato nipote e sua moglie accusare la sua famiglia di razzismo, di falsità, di violenza psicologica.

Anche perché Filippo ha avuto spesso un ruolo di mediazione all’interno della famiglia reale: fu lui a cercare di aiutare suo figlio, il principe Carlo, e Lady Diana ai tempi della loro crisi matrimoniali. E fu sempre lui ad allontanare Sarah Ferguson, la moglie dell’altro suo figlio, il principe Andrea, quando i suoi tradimenti divennero pubblici. 

Ma ora Filippo non c’è più. E’ morto “serenamente” come annunciato dalla Regina Elisabetta nel castello di Windsor, proprio mentre la Corona è stata travolta dalle pesantissime accuse di suo nipote Harry e di sua moglie Meghan Markle. Spietati.

loading...

Check Also

Berlusconi è in gravi condizioni: dal San Raffaele trapela grande preoccupazione

“Altro che scusa per i processi, all’ospedale San Raffaele Silvio Berlusconi sta vivendo la partita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *