Home / NEWS / Vomitava in continuazione e non riusciva a parlare: è in terapia intensiva dopo la dose di AstraZeneca

Vomitava in continuazione e non riusciva a parlare: è in terapia intensiva dopo la dose di AstraZeneca

Sonia Battaglia, 54 anni,. è ricoverata in terapia intensiva a Napoli dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca avvenuta una settimana fa. Alla donna era stata somministrata la prima dose del vaccino anti-Covid del lotto ABV5811 finito sotto sequestro proprio nelle ultime ore in Italia. La donna non aveva patologie pregresse ed è ora in condizioni gravissime.     Uno dei figli della donna, intervistato dal sito ilMeridianoNews.it, ha raccontato cosa è successo: “Il giorno seguente al vaccino stava bene ed è anche andata a lavoro come suo solito. A distanza di due giorni ha iniziato ad avere febbre e dolori articolari. Il terzo giorno invece, ha iniziato a vomitare senza sosta. Abbiamo chiamato l’ambulanza ed i sanitari i le hanno messo la flebo per recuperare tutti i liquidi che stava perdendo. Dormiva in continuazione non riusciva a parlare, si addormentava mentre parlava”, spiega il figlio nel drammatico racconto.       “Il 12 marzo sera abbiamo richiamato l’ambulanza la quale, dopo aver controllato i parametri vitali, si è rifiutata di portarla in ospedale e tenerla sotto controllo. La mattina seguente ho chiesto a mia madre di muoversi e di alzare la gamba sinistra, lei era convinta di riuscire ad alzarla ma invece era totalmente immobile. L’ho presa in braccio e portata in pronto soccorso dove è stata ricoverata d’urgenza per emorragia cerebrale e in seguito ha anche avuto un infarto. Dopo essere riusciti a parlare con i dottori, nel pomeriggio ci hanno informati che nel giro di due ore ha avuto una trombosi massima che ha preso tutti gli organi del corpo, emorragia cerebrale e una occlusione dell’aorta causata da una placca”. Il figlio inoltre spiega che: “Non si può intervenire in nessun modo perché l’eparina aumenta ulteriormente l’emorragia al cervello”. Intanto anche la Spagna  ha deciso di sospendere a scopo precauzionale le vaccinazioni per 15 giorni. L’Ue, è da ricordare, ha firmato con AstraZeneca un contratto che prevede la fornitura ai Paesi Ue di 400 milioni di dosi.    

loading...

Check Also

Siamo al nazismo! Docente sospeso un mese per aver detto esattamente la verità sulla vice del presidente Biden

Milano – E’ stato sospeso dall’insegnamento per un mese e rimarrà senza stipendio per questo stesso periodo di tempo Marco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *