Home / NEWS / Sanremo 2021 flop totale anche la terza serata: italiani furibondi per i milioni sprecati ancora una volta

Sanremo 2021 flop totale anche la terza serata: italiani furibondi per i milioni sprecati ancora una volta

La terza serata del Festival di Sanremo, dedicata alle cover dei 26 artisti in gara, è stata vista da 7 milioni 653 mila spettatori, pari al 44,3% di share. Un risultato molto simile a quello della seconda serata, mercoledì 3 marzo. Nel dettaglio, come riporta davidemaggio.it, la prima parte – dalle 21 e 31 alle 23 e 49 – ha catturato l’attenzione di 10 milioni 596 mila spettatori (42,4%); nella seconda parte –  dalle 23 e 53 all’1 e 59 – la kermesse ha appassionato 4 milioni 369 mila spettatori (50,56%). Un risultato dignitoso per il direttore artistico del Festival Amadeus, che comunque non riesce a raggiungere i numeri molto più alti dell’anno scorso.       La terza serata di Sanremo 2020, infatti, venne vista da  13 milioni 533 mila spettatori con il 53,6% di share nella prima parte e 5 milioni 636 mila con il 57,2% nella seconda. In media, la serata dei duetti dell’anno scorso aveva fatto registrare 9 milioni 836 mila spettatori e il 54,5%. Parlando del flop di quest’anno e del calo degli ascolti, Amadeus in  questi giorni ha detto: “La gente è arrabbiata: c’è una situazione che non è paragonabile a nessun’altra e questo si riflette sui dati d’ascolto”.       Il conduttore della 71esima edizione del Festival però non si abbatte: “I dati che leggo mi sorprendono in positivo: siamo in un mese in cui ci sono le partite, che tolgono dai 3 ai 5 punti, in un momento storico in cui c’è gente disperata. Ci sono persone che la sera non sanno se riescono a mettere il piatto a tavola: questo Paese è come se vivesse una guerra in questo momento”. Dopo la serata dedicata alle cover, comunque, a posizionarsi in cima alla classifica è Ermal Meta con Caruso di Lucio Dalla. Sul secondo e terzo gradino del podio, invece, Annalisa e Willie Peyote.      

loading...

Check Also

Una vera e propria rissa per obbligare Speranza a riaprire tutto tra 10 giorni: il retroscena

Vittoria della Lega. Dopo settimane di braccio di ferro, il 26 aprile l’Italia tornerà a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *