Home / NEWS / Mascherine, lo scoop del Corriere conferma la fregatura: sono tutte inutili

Mascherine, lo scoop del Corriere conferma la fregatura: sono tutte inutili

La denuncia, come riportato dal Corriere della Sera, è arrivata da una società internazionale che si occupa di import export sull’asse Italia-Cina. “Da quando è iniziata la pandemia si sono moltiplicati i clienti che vogliono importare dispositivi di protezione dall’Asia. Il punto è che la maggior parte del materiale in commercio non corrisponde alle certificazioni” hanno raccontato i due legali rappresentanti.

La società ha fatto fare diversi test, che sono stati anche controllati in un laboratorio.

La maggior parte delle mascherine controllate non ha superato la prova del cloruro di sodio e dell’olio di paraffina e alcune non sono state nemmeno in grado di contenere il respiro. “Il messaggio che vogliamo lanciare è di fare molta attenzione alla merce che si trova sul mercato: in questa fase una buona mascherina può fare la differenza tra la vita e la morte. Specialmente in luoghi come le case di riposo, gli ospedali o i servizi sociosanitario.

O le scuole visto che esistono anche linee per bambini” hanno spiegato i titolari, che stanno cercando di capire come sia possibile che questo tipo di prodotto riesca ad arrivare sul mercato. La maggior parte dei dispositivi difettosi è stata certificata con il marchio CE2163, codice della Universalcert, laboratorio di Istanbul. Le mascherine e altri dispositivi, come tamponi e test sierologici, seguono un percorso di autocertificazione europea senza alcun controllo.

Eventuali controlli, che non sono obbligatori, sono di competenza dell’Iss e del Ministero della Salute e solitamente sono affidati ai Politecnici o a Istituti di Fisica delle Università che hanno le tecnologie per valutare il reale filtraggio delle mascherine.

In realtà non vengono svolti. L’Inail, tramite procedura d’urgenza attivata per favorire l’approvvigionamento di mascherine, può autorizzare alla commercializzazione presidi fabbricati in Cina.

loading...

Check Also

Siamo al nazismo! Docente sospeso un mese per aver detto esattamente la verità sulla vice del presidente Biden

Milano – E’ stato sospeso dall’insegnamento per un mese e rimarrà senza stipendio per questo stesso periodo di tempo Marco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *