Home / NEWS / Dpcm Draghi, è confermato: dopo il Natale, salta anche la Pasqua

Dpcm Draghi, è confermato: dopo il Natale, salta anche la Pasqua

Nella  giornata di oggi, 26 febbraio, è attesa la bozza del nuovo dpcm che entrerà in vigore il prossimo 6 marzo e che durerà fino al 6 aprile, ovvero fino al martedì dopo Pasqua. Un cambio di tempistiche rispetto a Conte quello adottato da Draghi che invece preferisce agire muovendosi in anticipo per poter permettere ai cittadini di organizzarsi.

La linea resta invece quella del rigore vista anche la nuova crescita dei casi covid in Italia. Per riaprire serve vaccinare le persone, almeno quelle più deboli e statisticamente più in difficoltà qualora dovessero contrarre l’infezione. Draghi ieri nel suo primo vertice europeo da Presidente del Consiglio ha chiesto che l’Unione faccia di più per gli approvvigionamenti e le aziende,  presenti alla riunione, hanno assicurato che ci sarà un cambio si passo e che l’Europa riceverà le sue dosi.

La bozza del nuovo dpcm verrà inviata alle Regioni che avranno la possibilità di esprimere il loro pensiero in merito e confrontarsi ulteriormente con il governo. Ricordiamo che il nuovo decreto mantiene vietati gli spostamenti tra Regioni almeno fino al 27 marzo salvo motivi di salute, lavoro o rientro presso la propria residenza.

Resta

il coprifuoco nazionale dalle 22 alle 5 e viene inasprito il meccanismo di visita ad amici e parenti che sarà possibile in zona gialla per un numero massimo di 2 persone più figli minori fino a 14 anni. Consentito poi lo spostamento nelle seconde case anche in zona rossa, ma solo se riguarda il nucleo familiare e salvo ordinanze regionali che lo vietino in caso di zona arancione.

Restano chiuse palestre e piscine, così come restano vietati gli sport di contatto e di squadra.

loading...

Check Also

Siamo al nazismo! Docente sospeso un mese per aver detto esattamente la verità sulla vice del presidente Biden

Milano – E’ stato sospeso dall’insegnamento per un mese e rimarrà senza stipendio per questo stesso periodo di tempo Marco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *