Home / NEWS / Salvini ricevuto da Draghi: bar, ristoratori, teatri e palestre l’argomento trattato

Salvini ricevuto da Draghi: bar, ristoratori, teatri e palestre l’argomento trattato

Matteo Salvini ha incontrato nella mattinata di martedì 23 febbraio Mario Draghi. Proprio il premier, con la sua autorevolezza, dovrà fare da sintesi tra il parere di scienziati che non vedrebbero di buon occhio possibili riaperture e le volontà non sempre convergenti in seno al suo governo.

Riaperture: le opinioni in contrapposizione

Le posizioni sono essenzialmente due. C’è chi, dove le condizioni epidemiologiche consentirebbero di farlo in sicurezza, chiede di aprire subito quanto più possibile. E chi, invece, ritiene che aprire oggi corrisponderebbe ad aggravare la situazione per effetto delle varianti, complicando ulteriormente la situazione per un eventuale futuro.

È

stato proprio Salvini a citare «riaperture, salute e lavoro» tre i temi dell’incontro con il presidente del Consiglio quando ha raccontato il confronto. «Sono contento – ha detto Salvini – che anche sindaci e governatori di tutti i colori politici convengano con me che se puoi pranzare in tranquillità e a distanza, puoi anche cenare in tranquillità e a distanza».

Riaperture attività, Salvini ha raccontato l’incontro con Draghi

Salvini ha poi elencato altre linee strategiche a suo avviso da adottare: «La riapertura degli enti culturali, teatri, cinema, delle realtà sportiva, delle palestre delle piscine. E laddove serve perché la situazione sanitaria è preoccupante interventi mirati, penso ad esempio alla provincia di Brescia o ad alcune altre province in giro per l’Italia senza lockdown nazionali o chiusure nazionali o paure nazionali».

«Laddove – ha aggiunto – c’è un problema a livello locale, si interviene a livello locale. Rimborsi immediati e riapertura di tutte le attività laddove sia possibile». Dichiarazioni quelle del leader della Lega che, naturalmente, parlano di una possibile ripartenza di molti settori solo dove il quadro epidemiologico non sia allarmante.

loading...

Check Also

Di Maio, pochi sapevano che gli italiani hanno a libro paga anche la fidanzata: ecco per chi lavora

C’è qualche problemuccio non solo all’interno del tormentato Movimento 5 Stelle, ormai spaccato in due, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *