Home / NEWS / Primo DPCM del governo Draghi: confermato il divieto di uscire dalle regioni

Primo DPCM del governo Draghi: confermato il divieto di uscire dalle regioni

É stato approvato il nuovo decreto che proroga il divieto di spostamenti tra regioni fino al 27 marzo: il Consiglio dei Ministri, iniziato intorno alle 10, continuerà poi a discutere sulle norme da inserire nel prossimo dpcm che in vigore il 6 marzo.

Secondo alcune fonti al vaglio c’è anche l’ipotesi di vietare le visite ad amici e parenti, oggi consentite una volta al giorno e ad un massimo di due persone (esclusi i figli under 14), nelle zone rosse.

Nuovo dpcm e decreto spostamenti

Dopo che la riunione con le Regioni ha dato il via libera al prolungamento del blocco della mobilità interregionale, il governo ha firmato in mattinata il decreto valido per un altro mese.

Questo

 prevede il divieto di spostarsi verso un’altra regione eccetto che per comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità. È comunque sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Oltre a questo comincerà a mettere a punto l’elenco delle nuove regole operative dal 6 marzo in sintonia con gli altri paesi europei. Tra queste potrebbe saltare l’apertura serale di bar e ristoranti: gli esperti del Comitato tecnico-scientifico hanno invitato alla cautela per evitare di far salire ulteriormente il numero di contagio.

loading...

Check Also

Speranza continua a spaventare gli italiani: “Marzo non sarà semplice, virus circola”

Il ministro della Salute sui contagi in Italia: “Massima cautela, non si può abbassare la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *