Home / NEWS / “Trauma facciale e parecchi giorni di prognosi”. Tutto per una mascherina: ecco a cosa ci stanno portando con queste regole indecenti

“Trauma facciale e parecchi giorni di prognosi”. Tutto per una mascherina: ecco a cosa ci stanno portando con queste regole indecenti

Trauma facciale e dieci giorni di prognosi riservata per il padre della cantante Syria. Luciano Cipressi, direttore artistico di Radio Italia Anni ‘60 con il nome d’arte di Elio Cipri, aveva invitato un uomo a indossare la mascherina di protezione di cui era sprovvisto all’interno di un locale pubblico e per tutta risposta è stato colpito in pieno volto. È successo nel bar Vanni, a Roma, nei pressi di piazza Mazzini.

Il padre di Syria aggredito, la denuncia

È stata la cantante a denunciare l’accaduto attraverso i suoi canali social, condividendo le foto dei lividi. «Queste cose non dovrebbero accadere mai. – scrive Syria – Ricevere un pugno per aver gentilmente chiesto ad un signore di indossare la mascherina. Mi dispiace papà, tutto questo perché la gente è incivile e tu hai fatto benissimo a denunciare questo individuo all’interno di un Bar a Roma. Sono molto triste per l’accaduto».

Il padre di Syria aggredito, il trauma 

Il caso ha fatto subito il giro del web. Sulle sue condizioni Syria aggiunge: «Si è spaventato molto ed ha subito un bel trauma… ma lui è una roccia e tutto passerà. Non bisogna abbassare la guardia, le mascherine vanno indossate perché ci proteggono e proteggono il prossimo». Poi l’invito ad avere coraggio per combattere le trasgressioni e le ingiustizie: «E non abbiate mai paura di denunciare…»

loading...

Check Also

Omicidio Cerciello Rega, chiesto l’ergastolo per i due giovani americani

Condannare Finnegan Lee Elder e Gabriel Natale Hjorth alla pena dell’ergastolo con isolamento diurno per …

Un commento

  1. Il padre “direttore artistico” la figlia cantante: tutto in famiglia
    Non contento dei benefici che ha ottenuto dal regime, questo arrogante rompicog### molesta chi non indossa l’inutile e dannosa mascherina
    L’ipocrita “artistico” se fosse un vero ipocondriaco, sarebbe fuggito alla sola vista di un senza-mascherina, invece l’artistico è soltanto un pedante molestatore
    Nel bar che frequento nessuno indossa la mascherina, l’unica accortezza è di non esagerare, in fondo siamo pur sempre schiacciati da un regime poliziesco, anche se le polizie se ne fregano abbastanza, ma è bene comportarsi in modo da non metterli in imbarazzo verso i loro superiori, i veri traditori del Popolo, venduti al regime.
    Proprio ieri vado al bar per l’aperitivo, ma vedo un capannello di persone davanti all’ingresso, tutti indignati… chiedo cosa fosse successo: il gestore inkazzatissimo, mi dice che i vigili gli hanno fatto la multa… per divieto di sosta ah ah ah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *