Home / BENESSERE / In una giornata di sole decide di stare con la sua bambina all’aria aperta. Il giorno seguente quando vede il viso di sua figlia resta pietrificata. Il medico le spiega cosa è successo

In una giornata di sole decide di stare con la sua bambina all’aria aperta. Il giorno seguente quando vede il viso di sua figlia resta pietrificata. Il medico le spiega cosa è successo

Nelle giornate calde è un piacere prendere il sole, ma è sempre consigliabile applicare la crema solare, poiché il sole non impiega molto ad agire sulla nostra pelle e spesso ci brucia, soprattutto nel caso dei bambini che hanno una pelle molto sensibile. Rebecca Cannon credeva di aver preparato la figlia di un anno per un giorno al sole. Aveva comprato una crema solare protezione 50, ma quando vide come la pelle di sua figlia diventava rossa e cominciò a sbucciarsi, si rese conto che il sole non era il più grande pericolo. Ora vuole avvertire gli altri.

Rebecca pensava che una protezione solare di livello 50 sarebbe stata sufficiente per proteggere il viso di sua figlia in quella giornata di sole, ma dopo quello che è successo, vuole avvertire gli altri genitori che non si dovrebbe guardare solo al numero di protezione, perché non tutte le creme sono di qualità.Rebecca ha applicato la crema sulla morbida pelle della figlia prima ancora di uscire al sole per godersi la giornata, ma la mattina dopo è rimasta scioccata nel vedere il viso di sua figlia.  (Continua dopo la foto)

”Nel corso della giornata, la sua pelle divenne sempre più rossa, il giorno dopo si svegliò gonfia, molto rossa e si formarono vesciche” dice Rebecca. Aveva comprato una crema solare protezione 50, ma quando vide come la pelle di sua figlia diventava rossa e cominciò a sbucciarsi, si rese conto che il sole non era il più grande pericolo. Ora vuole avvertire gli altri. Rebecca pensava che una protezione solare di livello 50 sarebbe stata sufficiente per proteggere il viso di sua figlia in quella giornata di sole, ma dopo quello che è successo, vuole avvertire gli altri genitori che non si dovrebbe guardare solo al numero di protezione, perché non tutte le creme sono di qualità. Rebecca ha applicato la crema sulla morbida pelle della figlia prima ancora di uscire al sole per godersi la giornata, ma la mattina dopo è rimasta scioccata nel vedere il viso di sua figlia. ” Nel corso della giornata, la sua pelle divenne sempre più rossa, il giorno dopo si svegliò gonfia, molto rossa e si formarono vesciche” dice Rebecca.

La madre la portò immediatamente dal medico, che fu in grado di confermare che la figlia aveva ustioni di secondo grado per cause chimiche. La causa era stata la protezione solare, il dottore disse che vengono segnalate sempre più reazioni allergiche con questo tipo di crema.  Per avvisare altri genitori, Rebecca ha deciso di condividere la sua storia su Facebook per impedire che succeda ad altri bambini. I consigli sono quelli fare una ricerca sui migliori e peggiori prodotti di protezione solare, e fare un piccolo test su una piccola zona del corpo del bambino, il giorno prima dell’utilizzo del prodotto. Purtroppo ci sono creme che contengono ingredienti chimici più dannosi di altri e più propensi a creare reazioni allergiche sulla pelle delicata di un bambino.

loading...

Check Also

Latte fresco ritirato dal commercio. Allarme in tutta Italia per 12 marchi: “Alto rischio chimico”

Alto rischio chimico. E’ questo il motivo per il quale il Ministero della Salute ha fatto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *