Home / NEWS / Ho curato il covid per 9 mesi fregandomene dei divieti: zero decessi e mi dicevano ‘stai zitto’: il racconto di un medico di base smaschera il business del vaccino

Ho curato il covid per 9 mesi fregandomene dei divieti: zero decessi e mi dicevano ‘stai zitto’: il racconto di un medico di base smaschera il business del vaccino

tratto da Radio radio

Il 1 marzo di quest’anno sono 40 anni che fa questo mestiere, un mestiere che non si è interrotto, anzi, si è intensificato nei mesi clou della pandemia, quando il medico di base e sindaco di Santa Lucia di Piave (Treviso) Riccardo Szumski ha continuato ad esercitare la sua professione: quella di andare di casa in casa a monitorare i propri pazienti. Un approccio “differente” rispetto a letto e tachipirina; il tipo di approccio che scienziati come Didier Raoult o il Dottor Luigi Cavanna hanno consigliato e promosso come metodo migliore per curare il Covid.

Nonostante le importanti tesi scientifiche a supporto, e sebbene al Dott. Szumski abbia portato importanti risultati (0 decessi), non sembra che alla macchina statale questo metodo sia piaciuto: per chi, come il dottore intervistato da Fabio Duranti e Francesco Vergovich, ha preferito restare a contatto con i malati, sono stati mesi da sovversivi quelli della primavera-estate 2020, addirittura mesi da “fuorilegge” quelli di chi ha consigliato l’idrossiclorochina ai propri mutuati: peccato che sia poi stata riabilitata a dicembre dal Consiglio di Stato. Insomma, le regole da subito adottate dal Governo nella cura degli infetti non sembrano essere così inconfutabili, come ha sostenuto Szumski a ‘Un Giorno Speciale’.

loading...

Check Also

Bassetti ogni giorno sempre più senza ritegno: cosa si riduce a fare insieme ad un paziente compiacente

Un no vax covid pentito e il prof Matteo Bassetti insieme in un video destinato …

Un commento

  1. Quando un medico applica una cura x il covid ke funziona, viene denigrato o minacciato. Dai corrotti al potere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *