Home / CURIOSITA / Ricordate Selen, indimenticabile icona sexy degli anni ’90? E’ ancora bellissima: ecco cosa fa oggi nella vita

Ricordate Selen, indimenticabile icona sexy degli anni ’90? E’ ancora bellissima: ecco cosa fa oggi nella vita

Mattia Pagliarulo per Dagospia

Una giovane ragazza anticonformista di nome Luce Caponegro scelse di percorrere i sentieri dell’erotismo con tale forza e passione da diventare Selen, una delle più note pornostar degli anni 90’ ed un’icona di bellezza e seduzione intramontabile e senza tempo.  

Oggi dopo più di vent’anni in cui ha deciso di ritirarsi dal mondo dell’hard la splendida Luce (di nome e di fatto) è una donna saggia e consapevole: una madre affettuosa, autorevole ma non autoritaria ed un’imprenditrice del settore beauty innamorata del suo lavoro. In quest’intervista in esclusiva per Dagospia ci racconta la sua nuova vita: una vita normale tanto desiderata, cercata e voluta.

D. Da svariati anni ha deciso di uscire dal mondo dello spettacolo e dedicarsi ad una nuova carriera, quella imprenditoriale, aprendo un centro estetico nella sua città natale, ce ne parli.

R. Da 14 anni ho intrapreso questa nuova strada, aprendo un centro estetico a Ravenna chiamato “Estetica e Benessere Luce” che tra l’altro è il mio nome di battesimo, in cui sono sia titolare sia estetista. Questo nuovo lavoro l’ho preso come una missione: volevo occuparmi delle donne, della loro bellezza, femminilità, del loro sapersi amare di più e prendersi del tempo per curare il loro aspetto nel migliore dei modi; così ho fatto la scuola, mi sono diplomata ed ho aperto questo mio centro.  “Luce” è un centro molto bello, accogliente, luminoso, che ho voluto curare in ogni dettaglio e renderlo confortevole al massimo.

D. Imprenditrice ed estetista ma soprattutto madre di due figli: il più piccolo è adolescente, che mamma è? 

R. Sono una mamma coccolona, affettuosa, molto presente che fa sentire i propri figli protetti. Con mio figlio che oggi ha 14 anni ho un rapporto da mamma ma anche di amicizia e rispetto. Sono fortunata perchè ho un figlio maturo e con la testa sulle spalle. Viviamo insieme io e lui, non essendoci mai stata la figura paterna, ho dovuto fare sia da madre sia da padre e questo ci ha unito molto.

D. Le manca il mondo dello spettacolo?

R. Premetto che l’allontanamento dal mondo dello spettacolo è avvenuto volutamente perché sentivo la necessità di disintossicarmi da quell’ambiente che non è per niente facile ed estremamente competitivo. Avevo voglia di vivere una vita normale; ogni tanto il mondo dello spettacolo mi manca, ma sono sicura che in futuro qualcosa tornerò a fare.

D. A parte delle ospitate televisive sporadiche il suo ultimo impegno nella tv nazionale è stato nel 2004 con la prima edizione del reality show La Fattoria condotto da Daria Bignardi. Che ricordo ha?

R. Il ricordo che ho è ambivalente. Bello perché capita poche volte di vivere un’esperienza così forte e totalizzante tutti insieme in più persone, inevitabilmente nascono delle dinamiche che difficilmente si innescano nella vita di tutti i giorni. Brutto perché non c’è stato un grande legame tra le persone, c’era un clima molto litigioso e si creavano fazioni e gruppetti, e di questo sono stata vittima anch’io. Proprio per questi motivi durante il reality come segno di protesta e ribellione mi sono tagliata a zero i capelli. Dopo 16 anni, rifarei un altro reality, magari il Grande Fratello Vip.

D. Cambierebbe qualcosa del suo passato o rifarebbe tutto quanto?

R. Se tornassi a vivere con l’esperienza di adesso non rifarei tutto. Invece farei delle cose che non ho fatto. Oggi faccio scelte molto diverse rispetto a quando ero giovane, direi quasi in modo opposto.

D. È felice oggi?

R. Non non credo di essere felice, sono sempre alla ricerca di qualcosa per  migliorare la mia vita. L’unico aspetto in cui mi sento totalmente realizzata è il mio essere madre.

D. Il suo cuore è impegnato?

R. No, sono single da circa 5 anni. Di ammiratori ne ho, ma nessuno di loro corrisponde a ciò che vorrei io. Trovare un uomo che mi completi non è così facile, o forse è destino…

D. Come si vede tra venti anni?

R. Mi vedo come un’imprenditrice di successo, perché ora come ora tutti i miei sforzi sono proiettati lì. Mi piacerebbe che un giorno si potesse ricordare il mio nome anche al di fuori del mondo dello spettacolo. Spero di essere una madre realizzata e di vedere il mio secondo figlio con una sua vita serena.

D. Prova fastidio o imbarazzo quando la fermano per strada chiedendole un selfie e magari dicendole la tipica frase “ho visto tutti i tuoi film”?

R. Dipende sempre com’è l’approccio! Se una persona si avvicina a me in maniera gentile e carina, e non ha il rigolino di bava che gli cola giù dalla bocca, mi fa piacere anche fare una foto. A seconda delle persone che mi trovo di fronte posso provare imbarazzo per un passato particolare, non consueto, trasgressivo. Con le mie amiche parlo del passato senza alcun problema e ci scherzo anche sopra. Non ho un problema con il mio passato come molti credono, diciamo che mi dà fastidio quando mi fanno un intervista e la prima cosa che mi chiedono è del mio passato come se esistesse solo quello nella mia vita.

D. Ho notato che anche lei è presente sulla piattaforma Patreon: è possibile uscire a cena con lei per 500€ o fare una videochat di un’ora a 300€, di cosa si tratta di preciso?

R. È nato tutto un po’ per gioco da un mio amico ingegnere informatico che mi ha convinta ad iscrivermi dicendo che alcune sue amiche lo fanno. Così ho pensato che potesse essere un bel punto di incontro con i miei fans. Avevo deciso di istituire questa possibilità perché molti fans mi chiedevano di uscire e avevo deciso di tenere un prezzo alto appunto per renderla una cosa speciale.

Poi però c’è stato un giornalista che ha scritto un articolo su questa cosa equivocando tutto; le mie intenzioni erano cristalline e senza alcuna possibilità di proseguire con un dopo cena, quindi visto questo fraintendimento ho deciso di togliere l’opzione cena.

È rimasta attiva invece la possibilità di chattare con me, non sono assolutamente chat erotiche ma si parla del più e del meno.

D. Cosa le piacerebbe fare che ancora non ha fatto?

R. Il mio libro, che faccio fatica ad ultimare perché non ho mai tempo per scrivere gli ultimi capitoli, si intitolerà “Da bambina sognavo di volare” e sarà pubblicato e distribuito da Cairo Editore prossimamente, appena lo termino!

loading...

Check Also

Tira su la gonna e la fa vedere a tutti: la sorpresa è che la donna del video virale è un noto politico di Rimini

Scandalo a Rimini: la consigliera comunale gioca al “Cheeky Exploits“, moda social che consiste nell’esibire il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *