Home / NEWS / Si sono scannati tutta la notte tra di loro: così è finito il consiglio dei ministri del peggior governo della storia

Si sono scannati tutta la notte tra di loro: così è finito il consiglio dei ministri del peggior governo della storia

Le scuole riapriranno l’11 gennaio e non più il 7, come previsto fino a poche ore fa. Questa la decisione di un  infuocato Consiglio dei ministri andato in scena fino a tarda notte. Ma la situazione nel governo è di caos totale. Secondo indiscrezioni da Palazzo Chigi, il Pd è partito all’assalto della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, grillina e tra le poche ormai a difendere la riapertura degli istituti scolastici senza se e senza ma. Il collega della Cultura Dario Franceschini ha infatti proposto di tenere chiuse le scuole fino al 15 gennaio. Inaccettabile, per il M5s, e così si è arrivati alla mediazione-farsa dell’11 gennaio, sempre che nel frattempo non intervengano drammatiche accelerazioni nei bollettini Covid. “I contagi non sono imputabili alla scuola, non è quella la fonte dei focolai – avrebbe ribattuto la Azzolina, secondo l’agenzia Adnkronos – i nostri ragazzi hanno pagato sin troppo, basta chiedere loro sacrifici”. E Teresa Bellanova di Italia Viva, una delle ministre renziane date in proncinto di dimettersi, ha incalzato gli alleati: “Al 4 gennaio non sapere ancora se i ragazzi rientreranno a scuola è davvero inaccettabile”.

Ma la vera vittima sacrificale della nottata sarebbe stata Paola De Micheli, ministra Pd dei Trasporti. Il tema, come noto, è strettamente connesso alla questione scuola eppure la ministra dem ha fatto spallucce, spiegando ai colleghi esterrefatti di aver approntato un modello organizzativo “scollegato” dalla dimensione sanitaria, perché è “impossibile sapere come il virus si diffonde su pullman e bus”, questo il succo del suo ragionamento secondo le indiscrezioni di Adnkronos. E qui sarebbe montata la polemica, violentissima, con Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia di M5s, in un clima di tutti contro tutti da fine impero.

loading...

Check Also

Follia Draghi! Chiude tutto anche se è zona gialla

E meno male che si era parlato di ‘cambio di passo’, di ‘nuova pagina’ nella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *