Home / BENESSERE / “Coronavirus guarito in 48 ore, basterà una puntura fatta in casa”. La rivoluzionaria cura italiana

“Coronavirus guarito in 48 ore, basterà una puntura fatta in casa”. La rivoluzionaria cura italiana

Coronavirus, fiale di monoclonali per guarire in 48 ore. Il microbiologo Rappuoli: “Basterà una puntura fatta in casa”

Fiale di monoclonali che consentono di guarire dal Covid in 48 ore, “basterà una puntura fatta in casa, poi basta contagi”. E’ questa la cura cui sta lavorando il microbiologo Rino Rappuoli, coordinatore scientifico del Mad (Monoclonal antibody discovery) della fondazione toscana Life Sciences. Dopo aver raccolto gli anticorpi dal sangue delle persone convalescenti, lo scienziato ha isolato in laboratorio le cellule che producono queste difese naturali e ha selezionato quelle super potenti, per poi riprodurle su scala industriale e poterle reiniettare. “Nei modelli animali che usiamo, con una fiala, nel giro di 2-3 giorni il virus scompare“, ha dichiarato Rappuoli in un’intervista al Giornale. La sperimentazione sugli uomini, invece, partirà tra qualche settimana e verrà arruolato qualche centinaio di adulti. I volontari, come spiegato dal microbiologo, dovranno essere positivi al tampone ma non ospedalizzati, “perché prima si dà la fiala, meglio è”. La somministrazione, dunque, avverrebbe a casa: “Le Usca faranno le iniezioni e controlleranno i pazienti”.

In merito alla durata dello studio, Rino Rappuoli è fiducioso: “Entro due mesi si potranno raccogliere i risultati iniziali delle prove cliniche e nel giro di sei mesi si procederà alla diffusione su larga scala”. Si tratta di un traguardo importante nonostante l’arrivo dei vaccini: “Con i vaccini si dovrà lavorare per raggiungere l’immunità di gregge. Ma servirà molto tempo e nel frattempo la gente si infetterà ancora“, ha spiegato lo scienziato. E’ risaputo, però, che i monoclonali abbiano un costo di produzione molto alto, ma il microbiologo ha rassicurato: “Abbiamo cercato monoclonali mille volte più potenti degli altri. E più sono potenti meno ne servono, quindi saranno meno costosi“. Rappuoli, poi, ha spiegato anche la differenze di efficacia dei monoclonali rispetto ai vaccini: “Gli anticorpi servono sia come prevenzione che come cura. Una dose in una persona sana protegge dal Covid per sei mesi. Una dose in una persona positiva nello stadio iniziale della malattia velocizza la guarigione in due o tre giorni ed è protetta per sei mesi dal Covid. Poi la protezione svanisce”. E infine ha dichiarato: “Mi vaccinerò, i dati pubblicati sono buoni, quelli finali non li conosco ma sono stati sottomessi alle agenzie regolatorie e io mi fido di loro“.

loading...

Check Also

Conte, la situazione in aula precipita. Quanti voti ha adesso? Così pochi da essere costretto a salire al Colle

“Se non ci sono i numeri l’esecutivo va a casa”. Giuseppe Conte l’ha detto nella sua replica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *