Home / NEWS / Papa Francesco: chi protesta contro le restrizioni sanitarie “vive in un piccolo mondo di interessi”

Papa Francesco: chi protesta contro le restrizioni sanitarie “vive in un piccolo mondo di interessi”

Papa Francesco, egoista chi protesta contro restrizioni

Il Papa si è schierato contro le proteste anti prescrizioni definendo chi non vuole indossare le mascherine, persone bloccate nel “loro piccolo mondo di interessi”. Francesco ha contraapposto le proteste contro le misure sanitarie alla “sana indignazione” vista nelle manifestazioni contro il razzismo dopo la morte di George Floyd.

loading...

Check Also

Mentre gli italiani stanno fallendo, Prodi svela la tassa infame che Conte applicherà se avrà la fiducia

Romano Prodi illustra la via a Giuseppe Conte:patrimoniale. Nel giorno in cui al Senato si vota la …

Un commento

  1. Per prima cosa: CHI E’ LUI PER GIUDICARE?
    Papa Stanlio I è incapace di dire la verità, dice solo menzogne e ipocrisie: la mascherina fa male, impedisce la corretta ossigenazione ed è un terreno di coltura per i microbi (fonte OMS), ovviamente Stanlio I non predica il cristianesimo, infatti ci dice che DOBBIAMO AVERE PAURA della MORTE anche se le probabilità di morire di covid sono quasi uguali a quelle di morire d’influenza.
    Stanlio I ci ordina anche di rinunciare alle nostre libertà senza protestare (!!!) e qui si svela la vera natura di questo papa dei massoni: è una servetta dei poteri globalisti.
    il Sig. Floyd morì di overdose, era una farmacia ambulante strafatto di ogni droga, fu scelto a caso, come pretesto per scatenare le bande di teppisti pagate dagl’amichetti globalisti di Stanlio I
    A Stanlio I NON interessano i morti BIANCHI per mano dei NEGRI, anzi, sembra che gli dia fastidio che se ne parli, infatti non disse nemmeno una parola circa gl’omicidi di Desireè e Pamela, non solo non volle dare conforto alle famiglie delle vittime, ma non nominandole ha rivelato al Mondo la propria mancanza di empatia e bontà, è un MALVAGIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *