Home / DIVERTIMENTO / “Un 1 milione di euro e tutto il tempo con me”. Famosa, bellissima e senza freni come sempre: la proposta shock per il lockdown

“Un 1 milione di euro e tutto il tempo con me”. Famosa, bellissima e senza freni come sempre: la proposta shock per il lockdown

Tra indiscrezioni, ipotesi, precisazioni e smentite ormai sembra che un nuovo lockdown sia inevitabile. E se da parte del governo c’è l’intenzione di evitare a tutti i costi un altro blocco che coinvolga l’Italia intera, l’andamento dei numeri del contagio da Covid-19 a Napoli e in Campania lascia facilmente presagire che almeno nel capoluogo, se non in tutta la regione, una chiusura totale di tutte le attività non essenziali sia imminente. Uno scenario davanti al quale questa volta le persone non vogliono farsi cogliere impreparate, scegliendo preventivamente, avendone facoltà, il luogo dove trascorrere il prossimo lockdown e i coinquilini con cui condividerlo.

Se poi si ha una certa disponibilità economica, la nuova quarantena, che scatterebbe per arginare la diffusione del nuovo coronavirus a Napoli e provincia, potrebbe trasformarsi in un’esperienza molto eccitante. È questa l’idea di Paola Saulino, che nel corso de La Radiazza, trasmissione in onda su Radio Marte, ha lanciato una proposta indecente: «Sarei disposta a trascorrere il periodo del lockdown con chi mi offrisse una cifra adeguata, l’equivalente di una casa al centro di Roma. Non ci trovo nulla di volgare nell’accettare denaro in cambio di sesso». Sembrava solo una provocazione lanciata per scherzare un po’ sull’argomento “sesso e pandemia” e sdrammatizzare, com’è del resto nel suo stile, invece la sexy influencer napoletana, che vanta più di un milione e 100mila follower sui social network, ora precisa: «Prendo in considerazione solo offerte dal milione di euro in su. E più dura il lockdown, più la cifra sale».

Una proposta destinata a scandalizzare chi è contrario alla mercificazione del corpo umano, ma la Saulino sulla questione ha un’idea diametralmente opposta: «Credo che in un rapporto di coppia il denaro possa evitare complicazioni e grandi sofferenze – sostiene –. Il fatto che ci sia un accordo in cui le due parti effettuano uno scambio, sesso per ottenere soldi o viceversa, metta subito in chiaro che oltre quel confine non si può andare, non ci deve essere alcun coinvolgimento sentimentale. Si paga o si prendono soldi per non oltrepassare quel confine ed è così che funziona. Molti giudicano male un rapporto basato sul baratto sesso in cambio di soldi o di un bene, io al contrario ci vedo molta poesia».

Laureata in scienze della comunicazione, Paola Saulino è diventata famosa sui social network per i suoi post trasgressivi e provocatori: fotografie e video, più o meno espliciti, in cui mette in mostra il suo corpo sensuale, suggerendo ai tanti follower modi e strategie per avere rapporti sessuali soddisfacenti. Il tutto condito con grande ironia. E anche stavolta ha un pensiero per chi non potrà permettersi la sua compagnia durante il prossimo lockdown e dovrà addirittura starsene da solo: «Io sono un’accanita sostenitrice della masturbazione e spesso incito le persone ad amarsi, a conoscersi esplorando il proprio corpo, a connettersi con loro stesse anche mediante l’uso dei tanti sex toys che si trovano in commercio – spiega –. Ma il mio invito è di non masturbarsi davanti a un film porno, bensì di attivare la propria fantasia e creare nella propria testa storie eccitanti e pornografiche in cui i protagonisti sono loro stesse, fantasie che possono portare a un piacere fisico molto intenso. Un piacere che può essere amplificato con l’utilizzo di giocattolini erotici».

Poi c’è chi sarà costretto a barricarsi in casa con altre persone, magari non molto desiderate, e non potrà avere molta intimità. Anche per queste “vittime” della quarantena collettiva c’è una soluzione: «Anche in questo caso ritorna l’importanza dell’indipendenza economica, che consentirebbe di trascorrere questo periodo di sospensione dove e con chi si vuole – sostiene la Saulino –. Ma nel caso in cui si sia costretti a condividere casa col partner con cui non si va più d’accordo, o con genitori troppo opprimenti, o con fratelli invadenti, il mio consiglio è di cercare di raggiungere il benessere psicofisico alimentando la mente e lo spirito, magari seguendo un bel corso motivazionale su Youtube. Oppure impiegare questo tempo, apparentemente vuoto, per leggere e imparare. Anche in questo caso la Rete offre molteplici opportunità, selezionando bene le fonti. In generale, cerchiamo di trasformare questo dramma in una possibilità di crescita».

loading...

Check Also

“Mattarella non è il suo badante” Bomba su Conte: “Sarebbe facile”, dal Quirinale voci tombali sul premier

“Questo vociare di rimpasti e rimpastini inquieta non poco il Quirinale”. Lo scrive Dagospia, che ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *