Home / NEWS / “Il loro vero obiettivo fa paura” Zangrillo furibondo: le sue parole contro Conte e la feccia al governo non sono mai state così dure

“Il loro vero obiettivo fa paura” Zangrillo furibondo: le sue parole contro Conte e la feccia al governo non sono mai state così dure

“Ha vinto chi ha avuto come obiettivo quello di terrorizzare e spaventare”. Alberto Zangrillo liquida così il nuovo Dpcm annunciato da Giuseppe Conte.Lo stesso che nasconde un effettivo lockdown, tenendo aperti bar e ristoranti fino alle 18. “Non dobbiamo aver paura perché, come detto più volte, non dobbiamo confondere il positivo al coronavirus con il contagiato potenzialmente infettante e soprattutto ammalato”. Il direttore del reparto di Terapia intensiva del San Raffaele di Milano ne è certo, bisogna tranquillizzare i cittadini. Per questo, in un’intervista al Tg5 ricondivisa sul suo profilo Twitter, si dice “fiducioso nella cabina di regia della Presidenza del Consiglio dei Ministri e confido nel fatto che vengano date delle risposte efficaci, tenendo conto che c’è un clima di terrorismo che è assolutamente immotivato e molto pericoloso“.

Le immagini del drive-in alla tv parlano chiaro: “Le persone – spiega – sono sconcertate, terrorizzate e spaventate. Hanno mal interpretato il concetto di tampone per cui c’è una corsa ad eseguire il tampone come se fosse una misura terapeutica. In realtà adesso il problema sono i pronto soccorso, abbiamo fiumane di persone che arrivano al ps e non riusciamo a controllarle. Di queste il 40 per cento potrebbero stare tranquillamente a casa se assistite, se rincuorate, se informate”. Una chiara frecciatina a chi chiede ancora misure più stringenti che rischiano solo di ammazzare l’economia del Paese.

loading...

Check Also

Rai nella bufera: Corona cacciato senza motivo, nessuno muove un dito dopo le infamanti parole di Cicciobombo Friedman

Brunella Bolloli per “Libero quotidiano” Il direttore di Raiuno, Stefano Coletta, martedì sarà “a rapporto” in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *