Home / NEWS / Nonostante il Covid organizzano il matrimonio. Arriva la guardia di finanza, come se fossero i peggio delinquenti

Nonostante il Covid organizzano il matrimonio. Arriva la guardia di finanza, come se fossero i peggio delinquenti

Più di 120 persone al matrimonio, senza mascherine e senza distanziamento social. Per questo motivo la guardia di finanza ha disposto in queste ore la chiusura di due ristoranti a Bacoli, in provincia di Napoli.

Dalla scorsa settimana, l’ordinanza del governatore della Campania Vincenzo De Luce, poi il decreto del Governo, aveva diminuito ill numero di invitati ad una cerimonia nuziale ad un massimo di 30 persone per almeno un mese. La decisione era arrivata dopo il continuo aumento dei positivi in Italia, alcuni contagiati proprio dopo aver partecipato a matrimoni e cerimonie. (Continua a leggere dopo la foto)

“Non ho parole. Oggi sono stati chiusi due ristoranti di Bacoli dove, violando ogni tipo di ordinanza, si stavano svolgendo cerimonie. È davvero sconcertante. In una, erano presenti oltre 120 invitati. Centoventi persone. Uno schiaffo, tra l’altro, a tutte quelle attività che, pur subendo un danno economico, stanno rispettando le regole”, ha denunciato Josi Gerardo Della Ragione, sindaco di Bacoli. (Continua a leggere dopo la foto)

E ancora: “Ringrazio la Guardia di Finanza, ed il comandante Francesco Alloni, per il solerte intervento. In più, sono stati sanzionate diverse persone che, in strada o nei bar, non indossavano la mascherina. Siete degli scellerati. L’ho detto e lo ripeto. Non voglio un nuovo lockdown, sarebbe una tragedia per le famiglie, per i lavoratori, per i commercianti. Ma è inaccettabile che ci sia chi anteponga il guadagno e la baldoria rispetto alla tutela della salute”.

loading...

Check Also

Rai nella bufera: Corona cacciato senza motivo, nessuno muove un dito dopo le infamanti parole di Cicciobombo Friedman

Brunella Bolloli per “Libero quotidiano” Il direttore di Raiuno, Stefano Coletta, martedì sarà “a rapporto” in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *