Home / NEWS / “Fai schifo, quando muori?”. Da 81 a 99 anni, costretti all’inferno nella casa di riposo degli orrori

“Fai schifo, quando muori?”. Da 81 a 99 anni, costretti all’inferno nella casa di riposo degli orrori

Anni di terrore. Umiliazioni e insulti continui. Gravissimi perché arrivati da quegli operatori che più di ogni altro avrebbero dovuto avere a cuore la salute dei loro ospiti. Ma stavolta la giustizia ha fatto il suo corso fino in fondo e per 4 di loro, ex dipendenti di una casa di riposo a Besenzana Brianza, sono arrivate le condanne. La decisione emanata martedì dal tribunale di Monza.

La pena più alta, 1 anno e 8 mesi, è stata concordata con la pm della Procura di Monza Cinzia Citterio da due imputate di maltrattamenti aggravati e continuati, due donne (una nel frattempo è andata in pensione e l’altra sta seguendo un percorso psicologico di recupero per sondare i motivi dei suoi comportamenti violenti), mentre la pena minore, 1 anno e quattro mesi, è stata patteggiata dai due coimputati minori (tra cui un sudamericano). Altri quattro hanno scelto di patteggiare. Continua dopo la foto

Per farlohanno offerto ai familiari delle vittime delle somme come risarcimento dei danni. Molto combattuta dalla difesa degli imputati la costituzione di parte civile della Fondazione Scola, accolta invece dalla giudice. “È stato riconosciuto il nostro diritto a stare in questo processo in quanto danneggiati da questa vicenda – ha commentato Luisa Villa, presidente della Fondazione, rappresentata in aula dall’avvocata Stefania Zorloni – Per noi non è una questione economica ma la legittimazione della nostra funzione sociale”. Continua dopo la foto

Era stata la dirigenza della casa di riposo, che aveva raccolto i racconti di alcuni colleghi degli imputati, a fare la segnalazione ai carabinieri. “Fai schifo”, “ma quando muori?”, “Adesso qui ci vorrebbe un’insulina fatta bene…”, queste alcune delle frasi pronunciate e catturate dagli investigatori nel corso dell’inchiesta, coadiuvata da intercettazioni ambientali e immagini registrate con microspie, che ha evidenziato come i quattro dipendenti del ricovero fossero soliti schiaffeggiare gli anziani, strattonarli e spintonarli, insultarli e minacciarli di morte.

loading...

Check Also

Angela Merkel ha più corna di un cesto di lumache! solo oggi si viene a sapere come reagì quando trovò il marito con chi meno si immaginava

Dagonews (dagospia.com) Quanti cuori vengono strapazzati dalla politica e dal potere! Quel farfallone senza limitismo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *