Home / NEWS / “Viviana sapeva che era un viaggio senza ritorno”. Dopo la morte accertata del piccolo Gioele, le certezze della celebre criminologa

“Viviana sapeva che era un viaggio senza ritorno”. Dopo la morte accertata del piccolo Gioele, le certezze della celebre criminologa

Roberta Bruzzone: “Viviana Parisi sapeva che era un viaggio senza ritorno”

“Viviana Parisi sapeva che quello sarebbe stato un viaggio senza ritorno” così la crimonologa Roberta Bruzzone  ha analizzato  il caso della dj trovata morta a Caronia e del figlioletto Gioele trovato cadavere oggi nella stessa zona. “Dicendo al marito che sarebbe andata a comprare un paio di scarpe, mentre non l’ha mai fatto, Viviana sapeva che il suo viaggio sarebbe stato senza ritorno”, è probabile poi che “l’incidente con il furgoncino abbia accelerato la situazione, ma quando la donna ha incontrato un testimone che ha tentato di parlarle, lei non ha risposto: un segno evidente che si trovava già in piena crisi dissociativa e si stava dirigendo verso un altro luogo per attuare il suo intento suicida” ha dichiarato Bruzzone all’Agi. Per la criminologa e psicologa clinica “è probabile che il giorno del scomparsa sia la stessa data di morte del piccolo Gioele” e che la donna “non sia mai separata dal suo bambino”. La crisi mistica” diagnosticata anche in un certificato trovato nel cruscotto dell’auto “è in letteratura la causa più probabile negli scenari in cui a uccidere un figlio è un genitore. E’ la condizione più’ pericolosa che porta ai casi di omicidio-suicidio o di ‘suicidio-allargato’ di cui si parla in queste occasioni. Il piccolo di 4 anni avrebbe però dovuto essere allontanato o comunque mai lasciato solo con la madre – insiste la criminologa – visto che il quadro della dimensione delirante in cui viveva la donna era chiaro, con fenomeni allucinatori e crisi psicotiche”.

loading...

Check Also

“Ci ha chiesto di aiutarlo”. Conte ignora Salvini e Meloni ma telefona a Fedez e Chiara Ferragni: il retroscena clamoroso che lascia allibiti

Matteo Salvini e Giorgia Meloni no, o meglio, giusto qualche minuto. Ma Fedez e Chiara Ferragni sì. Succede con Giuseppe Conte che ha chiamato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *